Cerca

Calcio - Mercato: Santoruvo verso Bologna

L'attaccante del Bari sarebbe già degli emiliani. In partenza anche Carrus: destinazione Reggina. Già si delinea la strategia societaria. Resta da capire come verranno sotituiti i partenti, visto che, più che di una ricostruzione, l'approccio al calciomercato sembra l'anticamera di una demolizione
BARI - Chi ben comincia si dice sia a metà dell'opera ... Radio mercato dà Carrus alla Reggina e Santoruvo al Bologna. Come inizio per il nuovo Bari non c'è male, ma forse perché il ritorno in serie A è programmato nell'arco di tre anni... (in verità i baresi si aspettano un salto precoce). Perinetti è ancora in attesa e già si delinea la strategia societaria, improntata sulla rifondazione. Resta da capire come verranno sotituiti i partenti (e si spera che Gillet e Scaglia vogliano davvero rimanere), visto che, più che di una ricostruzione, l'approccio al calciomercato sembra l'anticamera di una demolizione (e poi: voi dareste un rinforzo a una potenziale concorrente?).
Giudicare in anticipo può sembrare strumentale, ma tutti gli indizi portano a quel che i tifosi chiamerebbero una presa in giro (per non dire altro...). Laciateci lavorare, direbbe quella brava persona di Materazzi, il quale avrebbe deciso di fare un passo indietro per favorire l'arrivo del nuovo direttore sportivo. Non se la prenda il tecnico dei biancorossi, ma i baresi hanno aspettato fin troppo. Né (andando al cuore della questione) la soluzione può essere una partnership tra grandi banche e i Matarrese, come ventilato domenica in una trasmissione televisiva. La cessione del Bari non può che essere definitiva. Una domanda, però, è inevitabile: ma Sannicandro (sue le dichiarazioni ad Antenna Sud) è (sì, lo è) l'assessore allo sport del Comune di Bari capeggiato dal sindaco Emiliano? C'è qualcosa che non quadra...

G. Flavio Campanella

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400