Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 14:08

Calcio/Serie B - Lecce travolge il Pescara

Nello stadio di Via del Mare i salentini dell'allenatore Papadopulo hanno battuto gli ospiti 4-1 (tutti i gol dei padroni di casa sono stati segnati nel 1° tempo). La squadra abruzzese, già retrocessa in serie C, ha schierato in campo molti giovani della "primavera"
Calcio - Il Lecce LECCE - PESCARA 4-1 (4-0 dopo la fine del 1° tempo)

• LECCE (3-5-2): Pavarini, Polenghi, Diamoutene, Schiavi, Vascak (20' st Tesser), Munari, Zanchetta, Diarra (24' pt Arrieta), Vives (7' st Juliano), Caccavallo, Tiribocchi. (Rosati, Angelo, Herzan, Triarico). All.: Papadopulo.

• PESCARA (4-4-2): Amadio, Ciofani, Olivieri, Sembroni, Vicentini (28' st Fruci), Di Matteo (23' st Mazzella), Aquilani, Zappacosta, Scappaticci, Martini, Vellucci. (D'Ettorre, Gautieri, Papini, Felci, Serao). All.: De Rosa.

• Arbitro: Velotto di Grosseto.
• Reti: nel pt 12' Tiribocchi, 33' Zanchetta, 36' Vives, 38' Caccavallo; nel st 38' Mazzella.
• Angoli: 3-3.
• Recupero: 1' e 2'.
• Ammoniti: Caccavallo e Mazzella per comportamento non regolamentare, Sembroni per gioco falloso.
• Spettatori: 1.000

- Non c'è stata partita tra il Lecce, salvo da qualche settimana, ed il Pescara che, già retrocesso in C, ha presentato in campo numerosi giocatori della formazione "primavera".
Ha sbloccato il risultato Tiribocchi dopo 12' sfruttando una difettosa respinta del portiere Amadio, su tiro di Caccavallo. Una mezza papera del giovane numero uno pescarese che in seguito, tuttavia, si è ampiamente riscattato neutralizzando almeno sei insidiosissime conclusioni dell'attacco locale.
Violata la rete abruzzese, per i salentini la partita è stata una vera e propria passerella, almeno fino al riposo: ha mirabilmente trasformato una punizione dal limite Zanchetta (33'), poi si è involato Vives, insaccando tra palo e portiere, quindi, ha firmato il poker Caccavallo, ben servito da Tiribocchi.
Si è giocato praticamente ad una porta, con i giovani pescaresi impegnati ad arginare le manovre dei giallorossi locali desiderosi di chiudere il torneo tra gli applausi, come è accaduto.
La ripresa è stata senza dubbio più equilibrata ed è servita quindi alle due squadre a sviluppare una manovra piacevole. In particolare il Pescara ha potuto verificare le qualità di alcuni giovani da inserire nell'organico dell'anno prossimo. Tra questi il 18enne Gazzella, esordiente in B, che ha festosamente salutato, col gol della bandiera, la sua prima uscita tra i cadetti.
Completa il bollettino di una partita senza storia un palo colpito da Tiribocchi. Ora per le due società inizia una calda estate: il Lecce dovrà programmare la serie A, il Pescara la ricostruzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione