Giovedì 16 Agosto 2018 | 02:20

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Al via le celebrazioni per il decennale dei Giochi del Mediterraneo

Da lunedì nella sala Murat del Comune di Bari una settimana di incontri, immagini e filmati d'autore. Attraverso lo sport Piva racconta la città delle luci. Dopo quella dei chiaroscuri tipica dei sui film, dal documentario "Dove Nessuno è Straniero" emerge una Bari che sa porsi come modello positivo
BARI - Ricordare, per ripartire. Si può forse sintetizzare così lo spirito che lega gli eventi celebrativi del decennale di Bari '97. Grazie ai XIII Giochi del Mediterraneo la città divenne epicentro dello sport internazionale, offrendo un modello organizzativo a lungo indicato come esempio. Un'esperienza indimenticabile per gli spettatori, i volontari, gli organizzatori. Per rivivere quel clima, recuperandone capacità progettuali ed esecutive, Coni e Comune di Bari, col coordinamento del giornalista Dionisio Ciccarese già direttore dell'Area Comunicazione di Bari '97, organizzano una serie di appuntamenti collegati tra loro dal fortunato slogan che accompagnò l'edizione del '97: "A Bari Nessuno è Straniero".
Il programma non vuole essere meramente celebrativo, ma intende riscoprire quel clima laborioso e positivo creatosi intorno a un progetto che accese i riflettori sulla nostra città. E allora, tra gli incontri, ecco una tavola rotonda che punta ad esaminare un fenomeno potenzialmente vitale per l'economia dell'area metropolitana; a cui si affiancano anche un film affidato all'occhio creativo di Alessandro Piva, le immagini sportive di un fotoreporter di grande esperienza e capacità come Rocco De Benedictis, le sequenze fotografiche di Luciana Galli sull'atmosfera che in città si creò attorno ai Giochi, la presentazione di una guida allo sport e agli impianti che rappresenta una nuova bussola per i cittadini.
Il tutto in Sala Murat, all'interno di una mostra che durerà da lunedì 11 a domenica 17 (ore 9-23). Si comincia dunque lunedì 11, alle 19, con l'inaugurazione della mostra e l'incontro "Bari '97, dieci anni dopo": l'eredità dei Giochi si materializza oggi con il ritorno ai cittadini di quasi tutti gli impianti di quartiere realizzati per quell'appuntamento. Ma gli stessi Giochi e gli eventi in altre città europee indicano che c'è bisogno di continuità e non di sporadicità, di competenze, di strategie. Partecipano all'incontro il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, il sindaco di Bari Michele Emiliano, l'assessore comunale allo Sport Elio Sannicandro, il suo omologo regionale Guglielmo Minervini e il componente giunta nazionale Coni Michele Barbone. Alle 20, l'attesa proiezione del film di Alessandro Piva "Dove nessuno è straniero", che vede il regista cimentarsi per la prima volta con lo sport.

DI fatto l'evento sportivo assume sempre più un ruolo centrale nelle attività di valorizzazione di aree interessanti e potenzialmente ricche sul fronte turistico: una leva fondamentale nelle azioni di marketing territoriale. Barcellona, Torino, Atene, Berlino, Valencia, Londra: grandi esempi di lungimirante programmazione segnata da piani strategici (largamente condivisi) che puntano al recupero, al riuso, al risanamento di impianti ed aeree degradate.
Dunque, martedì 12 giugno, alle 17, la tavola rotonda "Lo sport, un record per il territorio". Dopo il saluto del sindaco Emiliano, gli interventi del docente di Politica economica all'Università di Bari Giovanni Ancona; dell'assessore regionale al Turismo Massimo Ostilio, dell'assessore comunale allo Sport Elio Sannicandro, del direttore della Gazzetta del Mezzogiorno Lino Patruno e del vice caporedattore del Corriere del Mezzogiorno Carmine Festa; moderatore Dionisio Ciccarese, giornalista e presidente Homepage Group.
Infine, sabato 16 giugno: alle 9.30 "Bari riparte di slancio", con la presentazione della brochure "Lo sport torna in corsa - Impianti e opportunità per fare sport in città". Una frase per sintetizzare: il patrimonio di impianti di Bari '97 spalanca le porte alla cittadinanza. Partecipano: il presidente Lega Calcio e già presidente Comitato organizzatore Bari '97 Antonio Matarrese; l'assessore comunale allo Sport Elio Sannicandro; il presidente Bari Multiservizi S.p.A. Vito Ferrara; il presidente provinciale del Coni Nino Lionetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Foggia da lavori in corsoNeamber al rush finale

Foggia da lavori in corso
Neamber al rush finale

 
Lecce cerca i tasselli giustiBovo certezza per la difesa

Lecce cerca i tasselli giusti
Bovo certezza per la difesa

 
Giancaspro, si torna in aulaQuel crac pieno di manovre

Giancaspro, si torna in aula
Quel crac pieno di manovre

 
Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS