Cerca

Ciclismo / Giro d'Italia - Simoni conquista lo Zoncolan

Il leader del team Saunier Duval ha vinto la 17ª tappa precedendo sul traguardo il compagno di squadra Piepoli, mentre il lussemburghese Schleck (Csc) ha accusato un ritardo di 7" piazzandosi terzo. Danilo Di Luca (Liquigas) ha tagliato il traguardo con circa 30" di ritardo conservando la maglia rosa
ROMA - Gilberto Simoni del team Saunier Duval ha vinto la diciassettesima tappa del Giro d'Italia, 142 chilometri di alta montagna con partenza da Lienz, in Austria, ed arrivo in salita sul fuori categoria del Monte Zoncolan (Udine). Simoni ha preceduto sul traguardo il compagno di squadra Leonardo Piepoli, mentre il lussemburghese Franck Schleck (Csc) ha accusato un ritardo di 7" piazzandosi terzo. Danilo Di Luca (Liquigas), staccato sulle prime rampe del temutissimo Zoncolan, ha tagliato il traguardo con circa 30" di ritardo conservando la maglia rosa di leader della classifica generale. Damiano Cunego (Lampre) si è piazzato quinto a 36" da Simoni.
Di Luca a quattro tappe dalla fine della 90.ma edizione del Giro è al comando della graduatoria per la maglia rosa con 2'24" su Schleck, 2'28" su Simoni e 3'29" su Cunego.
La tappa odierna è stata caratterizzata da una fuga animata da 12 corridori 24 chilometri dopo il via di Lienz. Gli ultimi a cedere al ritorno degli uomini di classifica sono stati Dario David Cioni (Predictor Lotto) e Massimo Codol (Acqua e Sapone). Codol, rimasto solo al comando, è stato riagganciato a 2 chilometri dal traguardo. Sulla salita dello Zoncolan è stato Simoni a mettere subito alla prova la maglia rosa, prima andando in testa al gruppetto dei migliori e poi trovando lo scatto che gli ha permesso di staccare Di Luca. Il leader abruzzese della Corsa Rosa ha perso contatto anche da Cunego, Piepoli e Schleck, anche se Cunego ha resistito per poche centinaia di metri al forcing della coppia targata Saunier Duval.
Simoni, riuscito ad allungare, è poi stato ripreso da Piepoli e Schleck andando a recuperare prima su Cioni e poi su Codol. Nel finale, dopo le pendenze più dure (rampe anche del 22%), Cunego e Di Luca sono riusciti a trovare un buon ritmo arrivando a 14" dal terzetto di testa ai 1.200 metri. Decisivo ai fini della tappa odierna lo scatto di Simoni e Piepoli, che ai 350 metri hanno staccato Schleck arrivando in parata sul traguardo di uno Zoncolan preso d'assalto da numerosissimi tifosi. Di Luca, efficace nel tenere i nervi saldi dopo l'allungo di Simoni, ha limitato al massimo i danni gettando una prima ipoteca sul successo finale di questo Giro d'Italia.

Dopo le asprezze dello Zoncolan, finalmente un pò di respiro per i protagonisti del 90° Giro d'Italia. Giovedì c'è infatti l'unica tappa interamente pianeggiante, la diciottesima, che ha un'inedita sede di arrivo, Riese Pio X. Si parte da Udine ed i chilometri complessivi sono 203: sul tracciato non c'è nemmeno un Gpm o un semplice strappo, la strada è piatta e dunque si prospetta un finale riservato a quei pochissimi velocisti sopravvissuti alle grandi montagne. La tappa passa per Sacile, luogo di nascita di Denis Zanette, morto d'infarto a 32 anni. Il rifornimento è previsto a Godega di S.Urbano al Km. 107,3, il Traguardo Garibaldi a Conegliano Veneto al Km. 116,9.

Questo l'ordine d'arrivo della diciassettesima tappa del 90° Giro d'Italia, la Lienz-Monte Zoncolan di 142 chilometri

1. Gilberto Simoni (Ita, Saunier Duval) in 3h51'52" media di 36,745 Km/h
2. Leonardo Piepoli (Ita, Saunier Duval) s.t.
3. Andy Schleck (Lus, Csc) a 00'07"
4. Danilo Di Luca (Ita) a 00'31"
5. Damiano Cunego (Ita) a 00'37"
6. Massimo Codol (Ita) a 00'58"
7. Julio A. Perez Cuapio (Mes) a 01'19"
8. Franco Pellizotti (Ita) a 01'40"
9. Marzio Bruseghin (Ita) a 01'57"
10. Ivan Ramiro Parra (Col) a 02'02"

12. Riccardo Riccò (Ita) a 02'11"
13. Eddy Mazzoleni (Ita) a 02'26"
16. Paolo Bettini (Ita) a 02'43"
20. Stefano Garzelli (Ita) a 03'35"
23. Paolo Savoldelli (Ita) a 03'50"
29. Emanuele Sella (Ita) a 04'28"
43. Andrea Noè (Ita) a 08'27"
47. Pietro Caucchioli (Ita) s.t.
63. Alessandro Petacchi (Ita) a 11'07"

Questa la nuova classifica generale (maglia rosa)

1. Danilo Di Luca (Ita, Liquigas) in 77h35'35"
2. Andy Schleck (Lus, Csc) a 02'24"
3. Gilberto Simoni (Ita, Saunier Duval) a 02'28"
4. Damiano Cunego (Ita) a 03'29"
5. Eddy Mazzoleni (Ita) a 03'46"
6. Riccardo Riccò (Ita) a 05'19"
7. David Duran Arroyo (Spa) a 10'00"
8. Evgeni Petrov (Rus) a 10'25"
9. Franco Pellizotti (Ita) a 10'39"
10. Marzio Bruseghin (Ita) a 10'55"
11. Emanuele Sella (Ita) a 10'59"

13. Leonardo Piepoli (Ita) a 13'08"
14. Stefano Garzelli (Ita) a 14'36"
15. Paolo Savoldelli (Ita) a 15'27"
28. Pietro Caucchioli (Ita) a 50'05"
30. Paolo Bettini (Ita) a 50'56"
41. Andrea Noè (Ita) a 1h05'39"

Classifica a punti generale (maglia ciclamino)

1. Alessandro Petacchi (Ita) 135
2. Danilo Di Luca (Ita) 122
3. Paolo Bettini (Ita) 104

Classifica Gpm generale (maglia verde)

1. Leonardo Piepoli (Ita) 73
2. Fortunato Baliani (Ita) 46
3. Danilo Di Luca (Ita) 45

Classifica miglior giovane (maglia bianca)

1. Andy Schleck (Lus) in 77h37'59"
2. Riccardo Riccò (Ita) a 02'55"
3. Domenico Pozzovivo (Ita) a 17'52"

Classifica Combattività (maglia blu)

1. Leonardo Piepoli (Ita) 36
2. Fortunato Baliani (Ita) 36
3. Alessandro Petacchi (Ita) 31

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400