Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 12:08

Coppa America - Luna Rossa nella finale degli sfidanti

Ha battuto gli statunitensi di Oracle a Valencia chiudendo 5-1 la serie grazie a un timoniere cresciuto ai livelli di un fuoriclasse, James Spithill, un mago del vento, Torben Grael, e uno skipper strepitoso, Francesco de Angelis. Per conoscere l'avversario si dovrà attendere: New Zealand-Desafio è sul 4-2
Luna RossaVALENCIA (SPAGNA) - Luna Rossa ha battuto Bmw Oracle nella sesta giornata delle semifinali della Louis Vuitton Cup a Valencia, in Spagna, e si è qualificata per le finali con il punteggio di cinque regate a una. Un vero cappotto per quella che era chiamata la corazzata statunitense: è accaduto quello su cui nessuno avrebbe scommesso un euro alla vigilia di questa serie di regate, valevoli per scegliere lo sfidante ufficiale di Alinghi nella Coppa America. A prestazioni delle barche sostanzialmente uguali, gli italiani hanno regatato meglio. E' questa la semplice interpretazione di questo successo.
Il grazie dei tifosi va a un timoniere che è cresciuto ai livelli di un fuoriclasse, James Spithill, un mago del vento che ha confermato le sue doti, Torben Grael, e uno skipper che ha saputo armonizzare tutte le qualità dell'equipaggio, Francesco de Angelis. L'ultima disperata mossa degli statunitensi è stata oggi la cacciata dello skipper e timoniere Chris Dickson, sostituito da Steve Mohr in quest'ultima gara, ma non è servito a nulla. Era un team fortissimo sulla carta ma percorso da forti tensioni tra le sue componenti: diverse idee progettuali hanno opposto Bruce Farr al team interno di designer, inoltre, in barca, Chris Dickson non ha lasciato abbastanza spazio a personalità quali Gavin Brady, creando tensioni e malcontento nel team pur abbondantemente foraggiato dallo stramilionario Larry Ellison, re del software appassionato della cultura tradizionale giapponese. Con i soldi non ha comprato l'armonia, né la fortuna della squadra.
Senza grande storia la regata odierna tra Luna Rossa e Bmw Oracle: dopo una partenza conservativa, seppure con una spettacolare marcia indietro delle due barche affiancate, i Telecom Prada hanno preso la testa della gara nel primo lato di bolina amministrando saggiamente il vantaggio per tutto il match. Gli altri hanno inseguito, con un attonito Ellison che è stato visto più volte regolare il trim tab. Sul finale, Luna Rossa si è presentata al traguardo con largo anticipo. Ed è esploso il boato dei tifosi italiani nelle barche spettatori e in banchina, davanti ai megaschermi nel porto Americàs Cup di Valencia.

Per conoscere l'avversaria in finale, bisognerà attendere. Gli spagnoli di Desafio hanno infatti battuto i neozelandesi. Sono sotto per quattro regate a due, ma oggi è stata una bella impresa per loro. Nel match odierno sono partiti bene e hanno tenuto testa agli assalti neozelandesi nel corso della gara per andare al traguardo con 15 secondi di vantaggio.

Questi i risultati delle seste semifinali, in match race, a Valencia, valide per la Louis Vuitton Cup

Semifinale 1

Desafio Espanol 2007 (Spa) b. Emirates Team New Zealand (Nzl) 1-0 (0'15").
Luna Rossa Challenge (Ita) b. Bmw Oracle Racing (Usa) 1-0 (0'34").

Bilancio complessivo delle regate di semifinale

Luna Rossa Challenge (Ita)-Bmw Oracle Racing (Usa) 5-1.
Emirates Team New Zealand (Nzl)-Desafio Espanol 2007 (Spa) 4-2.

Luna Rossa Challenge si è qualificata per la finale che avrà inizio il primo giugno prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione