Cerca

Bari, Nicola: non siamo spenti, ci vuole tempo

BARI – "Il Bari non è spento". Lo dice il tecnico dei pugliesi Davide Nicola quando incontra i giornalisti al San Nicola dopo le due sconfitte di fila con Bologna e Carpi. "La mia – aggiunge – è una valutazione che tiene conto delle tre partite in panchina. Ho un gruppo di ragazzi seri, si allenano come bestie, tenendo conto che ho cambiato radicalmente i concetti tattici rispetto al passato"
Bari, Nicola: non siamo spenti, ci vuole tempo
BARI – "Il Bari non è spento". Lo dice il tecnico dei pugliesi Davide Nicola quando incontra i giornalisti al San Nicola dopo le due sconfitte di fila con Bologna e Carpi. "La mia – aggiunge – è una valutazione che tiene conto delle tre partite in panchina. Ho un gruppo di ragazzi seri, si allenano come bestie, tenendo conto che ho cambiato radicalmente i concetti tattici rispetto al passato".

La svolta post-esonero di Mangia finora non si è vista (sul piano dei risultati), ma Nicola ha puntato molto sul far assimilare alcune idee base a Caputo e compagni. "Propongo un calcio europeo – afferma – voglio divertirmi, arrivare velocemente nella trequarti avversaria e per questo lavoriamo per arrivare davanti con rapidità. Siamo in una fase nella quale bisogna sperimentare che questo è un calcio redditizio".

Anche nella fase difensiva ci sono state alcune innovazioni: "Ho tolto due tipi di passaggi, il retropassaggio e il passaggio orizzontale – ha precisato – dal momento che con il Carpi proprio un passaggio di questo tipo ha portato al gol emiliano".

"Le prossime quattro partite fino al 28 dicembre saranno fondamentali per vedere i veri valori – aggiunge – Non farò sconti a nessuno. Voglio gente che non si concentri sui problemi. Ci credo in questo gruppo. Lavoriamo sui nostri limiti. Continuate a criticare ma lasciate spazio affinchè accada qualcosa di diverso. Ci vuole tempo per fare questo calcio con fluidità".
Il mese di dicembre sarà tutto impiegato per testare il valore dell’intera rosa. Con l’inizio del mercato è plausibile una mezza rivoluzione con l’arrivo in Puglia di almeno cinque elementi (due difensori, un centrocampista, un esterno e una punta). Nella lista dei partenti ci sono Minala e Stoian, mentre nessuna fumata bianca c'è al momento per il rinnovo di Sciaudone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400