Martedì 14 Agosto 2018 | 16:15

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Calcio / Squalifiche - Un turno a Polenghi e Vives

Oltre ai giocatori del Lecce, il giudice sportivo ha squalificato Colombo (giocatore dello Spezia, prossimo avversario dei giallorossi). Fermato per un turno anche Cardinale del Rimini: non ci sarà contro il Bari (sanzionato con un'ammenda di 3mila euro). In C1, una gara a Lauria (Martina) e Toledo (Taranto)
MILANO - Il Giudice sportivo Gianpaolo Tosel, in merito alle gare di serie B valide per la 16ª giornata di ritorno, ha squalificato per tre turni Sartor (Verona), per uno Antonioli (Frosinone), Colombo (Spezia), De Rosa (Genoa), Foti (Vicenza), Maldonado, Bogliacino, Dalla Bona (Napoli), Mannini (Brescia), Polenghi, Vives (Lecce), Anastasi, Sabato (Cesena), Cardinale (Rimini), Colombo, Dal Canto (Albinoleffe), Conte (Arezzo), Filippini (Bologna), Nedved (Juventus), Pivotto (Triestina); tra le società ammende a Juventus (15.000 euro), Spezia (10.000 euro), Frosinone (5.000 euro), Bari (3.000 euro), Piacenza (2.000 euro), Napoli (1.000 euro). Tra gli allenatori, squalifica per un turno a Varrella (Triestina). Ammenda di 15 mila euro alla Juventus per cori razzisti. Alcuni tifosi bianconeri, in occasione della gara di domenica sera a Cesena hanno rivolto, in due occasioni nel secondo tempo, cori costituenti espressione di discriminazione razziale nei confronti di un calciatore avversario (Papa Waigo).

Il giudice sportivo Pasquale Marino, in merito alle gare della 16ª giornata di ritorno in serie C1, ha squalificato per due turni Michele Baldini (Giulianova), Francesco Baldini e Moscarelli (Perugia) e per una giornata Angeletti (Lanciano), Landaida, Simonetta (Sambenedettese), Alfano, Tatomis (Cavese), Esposito, Terracciano (Juve Stabia), Lauria (Martina), Ginestra (Perugia), Cammarota, Pisani (Salernitana), Toledo (Taranto), D'Astolfo (Ternana). Tra gli allenatori un turno di stop a Capuano (Juve Stabia). Tra le società ammende Foggia (1.000 euro), Gallipoli (500 euro).

Il giudice sportivo Pasquale Marino, in merito alle gare della 16ª giornata di ritorno in serie C2, ha squalificato per quattro turni D'Aniello (Sassari Torres), per tre Delle Vedove (Sassari Torres) per due Catalano (Rende), Del Grosso (Celano) e per una giornata Iozzi (Cassino), Catalucci, Guastella (Vibonese), De Porras, Polani (Benevento), Benincasa, De Miglio (Rende), Mundula (Rieti), Caterino (Sassari Torres), Gargiulo, Maiorano (Sorrento), Mauro (Igea Virtus), Ramora (Vigor Lamezia), Villa (Celano), Caligiuri (Giugliano), Falomi (Nocerina), Marinucci (Val Di Sangro). Tra gli allenatori stop di due turni a Montanari (Reggiana) e Falciglia (Val di Sangro) e un turno a Discepoli (Carpenedolo). Tra i dirigenti inibiti fino al 31 luglio Palmas (Sassari Torres), e fino al 15 maggio De Filippis (Val di Sangro). Tra le società ammende a Sassari Torres (5.000 euro), Potenza (3.000 euro), Celano, Gela (2.000 euro), Rende (1.500 euro), Benevento (1.000 euro).

In serie A, un'ammenda di 11.500 euro è stata inflitta alla Lazio dal giudice sportivo dopo che i suoi tifosi hanno esposto una bandiera con la croce celtica nel corso del primo tempo della partita contro il Livorno. Il giudice sportivo ha squalificato per due turni Bertotto (Siena) e per un turno Alberto e Antonini (Siena), Pinzi, Lukovic, Iaquinta e Coda (Udinese), Corvia (Siena, con ammenda di 1.500 euro), Almiron (Empoli), Aronica (Reggina), Cordoba (Inter), Lucenti (Catania), Rivalta (Atalanta), Moro (Empoli) e Mantovani (Chievo). Un turno di squalifica anche per l'allenatore della Reggina Walter Mazzarri.
I giocatori diffidati sono Corallo (Ascoli), Panucci (Roma), Brienza (Palermo), Mutu e Blasi (Fiorentina), Natali (Udinese), Contini (Parma), Behrami (Lazio), Biava (Palermo), Edusei (Catania), Gazzi (Reggina), Vieira (Inter), Colucci (Cagliari), Vannucchi (Empoli), Lazetic (Torino).
Oltre alla Lazio, sono state inflitte ammende di 2.000 euro all'Udinese e al Cagliari e di 1.000 euro al Parma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS