Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:45

Bari calcio, Sabelli promuove Nicola «Ha le idee chiare»

BARI – Da Devis Mangia a Davide Nicola. Il Bari ha voltato pagina nella speranza di risalire una classifica che al momento vede i pugliesi lontano dalle posizioni di vertice. Il difensore Stefano Sabelli, all’indomani del primo giorno di allenamento con il nuovo tecnico, assicura che «l'impatto è stato  positivo – dice il giocatore in conferenza stampa -, è preparato e ha le idee ben chiare. Ha già iniziato a darci indicazioni importanti. Stiamo provando diverse soluzioni di gioco slegate da moduli tattici precisi ma tutte incentrate sulla velocità e l'intensità di gioco»
Bari calcio, Sabelli promuove Nicola «Ha le idee chiare»
BARI – Da Devis Mangia a Davide Nicola. Il Bari ha voltato pagina nella speranza di risalire una classifica che al momento vede i pugliesi lontano dalle posizioni di vertice. Il difensore Stefano Sabelli, all’indomani del primo giorno di allenamento con il nuovo tecnico, assicura che «l'impatto è stato  positivo – dice il giocatore in conferenza stampa -, è preparato e ha le idee ben chiare. Ha già iniziato a darci indicazioni importanti. Stiamo provando diverse soluzioni di gioco slegate da moduli tattici precisi ma tutte incentrate sulla velocità e l'intensità di gioco».

Un passo indietro per capire i motivi che hanno portato al cambio tecnico e Sabelli ci tiene a precisare alcune cose. «Un punto chiaro, magari poco evidenziato, non siamo mai scesi in campo per giocare contro qualcuno. Sarebbe stato assurdo allenarci duramente in settimana per poi non aver amor proprio ed esporci a figuracce. Piuttosto sono stati commessi degli errori da parte un pò di tutti. È difficile trasmettere le proprie idee e i risultati dicono che mister Mangia a volte non è stato da noi capito. Quando poi le cose non vanno bene anche le cose più semplici diventano difficili. Voltata pagina ora dobbiamo ritrovarci e cercare di affrontare quei problemi per risolverli». Di problemi non ne mancano, come dimostra l’episodio che ha visto coinvolto Sciaudone. 

"Il calcio è bello perchè ognuno può dire la sua – osserva Sabelli – siamo passati da essere fenomeni dopo due vittorie a bidoni dopo tre partite andate male. Non voglio giudicare i tifosi che hanno diritto di criticare come di applaudire. Tocca a noi farli entusiasmare. Le parole pesanti che non hanno nulla a che fare con il calcio non fanno piacere a nessuno. L’altro giorno il clima era teso e si è andato oltre, fortunatamente non è successo nulla». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione