Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 00:43

Formula 1 - Acuto di Massa in Bahrein. Tre al comando

Il ferrarista, partito in pole, è alla terza vittoria in carriera. Secondo Hamilton (McLaren), terzo Raikkonen, l'altro pilota del Cavallino. Heidfeld (Sauber) sopravanza Alonso (McLaren). In classifica, Raikkonen, Hamilton e Alonso davanti con 22 punti. Massa subito dietro a 17
Felipe MassaSAKHIR - Vince Felipe Massa in Bahrein, terza vittoria in carriera per il brasiliano, che con la pole position e il giro veloce in gara, 1'34"067, fa anche l'hat trick, come in Australia era successo a Kimi Raikkonen, e al 194° trionfo per la Ferrari si affianca il terzo posto per il finlandese, 'Iceman', che se non fosse stato superato al via da Alonso avrebbe quasi certamente finito secondo, rispondendo così alla doppietta McLaren in Malaysia.
Ma intanto, Raikkonen torna in vetta al mondiale piloti, seppure in coabitazione a 22 punti con i due rivali della McLaren Mercedes, solo appena ridimensionata a Sakhir. È Lewis Hamilton, anche in gara, il più veloce. Di nuovo secondo, per la terza volta su tre gare sul podio, è il primo nella storia a farlo nei primi tre Gp della carriera: il fenomeno britannico finisce per aiutare la Ferrari, togliendo punti al campione del mondo, lo spagnolo Fernando Alonso, deludente quinto, scavalcato da un grandissimo Nick Heidfeld e da una rediviva Bmw, anche loro complici ovviamente interessati di Maranello.
La Ferrari ringrazia: resta 2/a nella classifica costruttori, 44 punti McLaren contro 39 del Cavallino, ma riduce il divario da 9 a 5 punti. Insomma, giornata positiva nell'estate dell'isola del Golfo Persico.
Stavolta, al via, Massa ha tenuto la prima posizione. Aveva promesso che sarebbe stato aggressivo, non si sarebbe lasciato scavalcare, compromettendo la gara come una settimana fa in Malaysia. Promessa mantenuta, mentre dietro è stato il turno di Raikkonen a subire l'oltraggio del sorpasso di Alonso, partito quarto. Hamilton ha stretto il finlandese, il campione del mondo si è allargato, respingendo così la reazione di 'Iceman' che a un certo punto aveva recuperato. Dietro, posizioni mantenute, con Heidfled davanti a Kubica e a Fisichella. Ma c'è stato anche l'incidente tra la Honda di Jenson Button e la Toro Rosso di Scott Speed, entrambi costretti al ritiro, e dunque è dovuta entrare la safety' car, mentre anche la Spyker di Adrian Sutil, danneggiata nel contatto, ha dovuto fare rientro ai box per sistemare l'alettone. Dopo due giri dietro la Mercedes della Fia, la gara è ripartita, con Hamilton che ha cercato la scia della Ferrari alla guida del plotone di testa per superarla. Vitantonio Liuzzi è stato penalizzato con un passaggio ai box per un sorpasso in regime di safety car, per poi ritirarsi al 29/o passaggio al traguardo.
Il duo di testa, al giro 11, ha guadagnato circa 5» su Alonso e Raikkonen, con Hamilton sempre molto aggressivo. Ma la Ferrari, con entrambe le due F2007, aveva la strategia migliore, più benzina a bordo dei rispettivi rivali. Il primo a andare al box è stato Hamilton, giro 19, seguito da Massa al 22/o, da Alonso al 23/o, da Raikkonen al 24/o. E così, mentre in testa ci è rimasto Massa, portando il vantaggio sul britannico a 4"6, Raikkonen con quel giro in più ha scavalcato Alonso, riprendendosi la terza posizione. Con il rammarico che, se avesse mantenuto la posizione al via, forse avrebbe potuto insidiare da subito la McLaren. Lo ha fatto, alla grande, la Bmw di Nick Heidfled, che al 26/o lap ha fatto un sorpasso eccezionale ad Alonso, vincendo anche la grande reazione dello spagnolo. Una mano in più alla Ferrari, mentre Massa aumentava il suo vantaggio in fuga solitaria.
Alla seconda sosta si è visto come la partenza abbia danneggiato ancora una volta il Cavallino, a vantaggio McLaren. Prima sosta per Massa, 41/o giro, seguito da Raikkonen, 42, Alonso, 44, e Hamilton, 45, e rientri in corsa senza mutamenti di posizione, con il musetto del finlandese subito dietro la coda del britannico. Non avesse perso quella posizione, infatti, gli sarebbe stato davanti, e restituire così a Sakhir la doppietta subita dalla scuderia anglotedesca a Sepang. In questa fase, ci sono state anche l'esplosione del motore della Super Aguri di Takuma Sato, più tardi imitato da quella del compagno di squadra Antohony Davidson, e il cedimento del propulsore della Red Bull di David Coulthard, con la vettura dello scozzese rientrata ai box con un principio di incendio sul retrotreno, mentre il compagno di squadra Mark Webber è andato a sbattere, senza conseguenze, su un muretto. Si è visto anche il duello tutto italiano tra la Toyota di Trulli e la Renault di Giancarlo Fisichella, scavalcato dal pescarese in settima posizione.
Il resto della corsa è servito a mantenere le posizioni, con le Ferrari che chiaramente alla fine hanno rallentato per risparmiarsi in vista di Barcellona, consentendo a Hamilton di farsi sotto, al traguardo. Mentre ad Alonso non è riuscito l'ultimo guizzo su Heidfeld.

Questo l'ordine di arrivo del Gran Premio del Bahrain, terzo appuntamento del Mondiale di Formula 1 corso oggi sul circuito di Sakhir

1. Felipe Massa (Bra) Ferrari;
2. Lewis Hamilton (Gbr) McLaren-Mercedes, a 23;
3. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari, a 108;
4. Nick Heidfeld (Ger) BMW-Sauber, a 138;
5. Fernando Alonso (Spa) McLaren-Mercedes, a 144;
6. Robert Kubica (Pol) BMW-Sauber, a 455;
7. Jarno Trulli (Ita) Toyota, a 1'213;
8. Giancarlo Fisichella (Ita) Renault, a 1'217;
9. Heikki Kovalainen (Fin) Renault, a 1'294;
10. Nico Rosberg (Ger) Williams, a 1'299;
11. Alexander Wurz (Aut) Williams, a 1 giro;
12. Ralf Schumacher (Ger) Toyota, a 1 giro;
13. Rubens Barrichello (Bra) Honda, a 1 giro;
14. Christijan Albers (Ola) Spyker, a 2 giri;
15. Adrian Sutil (Ger) Spyker, a 4 giri.

Ritirati: Scott Speed (Usa) Toro Rosso (1 giro); Jenson Button (Gbr) Honda (1 giro); Vitantonio Liuzzi (Ita) Toro Rosso (21 giri); Takuma Sato (Jpn) Super Aguri (34 giri); David Coulthard (Gbr) Red Bull (35 giri); Mark Webber (Aus) Red Bull (41 giri); Anthony Davidson (Gbr) Super Aguri (51 giri).

Le classifiche del Mondiale piloti e costruttori di Formula 1 dopo il Gran Premio del Bahrain, terzo appuntamento stagionale sul circuito di Sakhir

Classifica piloti

1. Kimi Raikkonen (Fin), 22 punti;
1. Fernando Alonso (Spa), 22;
1. Lewis Hamilton (Gbr), 22;
4. Felipe Massa (Bra), 17;
5. Nick Heidfeld (Ger), 15;
6. Giancarlo Fisichella (Ita), 8;
7. Jarno Trulli (Ita), 4;
8. Robert Kubica (Pol), 3;
9. Nico Rosberg (Ger), 2;
10. Heikki Kovalainen (Fin), 1;
10. Ralf Schumacher (Ger), 1.

Classifica costruttori

1. McLaren Mercedes, 46 punti;
2. Ferrari, 39;
3. Bmw Sauber, 18;
4. Renault, 9;
5. Toyota, 5;
6. Williams, 2.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione