Cerca

Tennis / Coppa Davis - Italia, disfatta in Israele

Gli azzurri, nel secondo turno del gruppo I della zona euro-africana, si arrendono per 3-0. Dopo le sorprendenti vittorie in singolare di Sela su Seppi e Okun su Bolelli, Erlich e Ram hanno superato nel doppio Bracciali e Starace per 6-3 7-6(4) 7-6(5). A luglio in Lussemburgo per evitare la B
Israele-ItaliaRAMAT HASHARON (ISRAELE) - Tre incontri e l'Italia finisce ko. Quella che doveva essere una passeggiata si è rivelata per il tennis azzurro maschile un vero e proprio incubo e il ritorno in serie A si allontana di nuovo. Nel secondo turno del gruppo I della zona euro-africana, l'Italia di Corrado Barazzutti si arrende per 3-0 a Israele che, dopo le sorprendenti vittorie di ieri in singolare di Sela su Seppi e Okun su Bolelli, ha completato l'opera nel doppio di oggi. Il duo composto da Jonathan Erlich e Andy Ram ha superato infatti Daniele Bracciali e Potito Starace per 6-3 7-6(4) 7-6(5) in due ore e mezzo, spezzando anche le ultime residue speranze azzurre di conquistare gli spareggi promozione per il World Group di Coppa Davis 2008.
Per la coppia formata da Bracciali, recuperato dopo una robusta terapia antinfiammatoria alla spalla, e Starace, ad oggi il miglior specialista italiano di doppio, la disfatta è cominciata già nel primo set, chiuso in 33' per 6-3 in virtù del break messo a segno nel sesto game. Fino al 3-2 il punteggio segue l'andamento del servizio, ma nel sesto game sul servizio di Starace, gli israeliani mettono in campo la loro grande esperienza e mettono a segno un break che li manda sul 4-2 e successivamente sul 5-2. Bracciali accorcia le distanze ma gli israeliani chiudono la prima partita senza concedere possibilità di rimonta ai due azzurri.
La seconda partita inizia bene per la coppia italiana che in pochi minuti mette a segno un break e sale sul 3-0. Ma a questo punto la reazione degli israeliani è veemente: al quinto game, con Starace al servizio, un paio di scambi molto spettacolari e un pizzico di fortuna fanno recuperare lo svantaggio ai padroni di casa e fanno scoppiare i quasi 5 mila del Canada Stadium. Dal 3-3 il punteggio segue l'ordine del servizio, fino al 6 pari. Nel tie break Erlich e Ram conquistano un mini break di vantaggio e vanno sul 3-1 beneficiando di una volè bassa di Bracciali che rimane sul nastro. Al cambio di campo Starace recupera il mini break e rimette in corsa la coppia azzurra ma sul 4 pari è ancora una giocata d'esperienza degli israeliani regala il vantaggio a Israele che dal 5-4 non perderà più un punto, chiudendo il set per 7 punti a 4.
La coppia di casa, trascinata dal tifo del pubblico, mette a segno subito il break nel terzo set ma Bracciali e Starace sono bravi a recuperare e si finisce di nuovo al tie break. Gli israeliani passano in vantaggio e mettono in cascina un mini-break in virtù di una volè lunga di Bracciali. Sul 4-1 c'è la reazione degli azzurri che recuperano lo svantaggio e vanno sul 5 pari. Nel momento clou del match, però, Bracciali serve due doppi falli e concede agli avversari il primo match point. Erlich e Ram non sbagliano e chiudono con un ace la sfida, nel delirio del Canada Stadium.
La festa è tutta israeliana, con tanto di un divertente strip tease a chiusura di giornata. Per gli azzurri, invece, è tempo di voltare pagina: a luglio ci attende la sfida al Lussemburgo, fuori casa. Vincere è obbligatorio per rimanere almeno in serie B e rimettersi poi sul cammino che porta al tennis che conta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400