Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:55

Calcio / Serie B - Le decisioni del giudice sportivo

Per la 12ª giornata di ritorno del 6 aprile, sono stati sospesi 15 giocatori. Il verdetto più pesante, nei confronti di Colacone del Modena (squalifica per 3 giornate). Sospensione di una giornata per Mobili, allenatore in seconda del Crotone (sconfitto dal Lecce 1-3). Niente prova tv per Scarlato (Spezia)
Giustizia legge MILANO - Sono 15 i giocatori di serie B sospesi dal giudice sportivo in riferimento alle gare di campionato giocate ieri (12ª giornata di ritorno).
Per tre giornate con ammenda di tremila euro è stato squalificato Colacone (Modena), espulso per proteste, per frasi ingiuriose e intimidatorie nei confronti dell'arbitro. Per una giornata sono stati sospesi Bremec e Bricca (Arezzo), Fusco (Crotone), Sacchetti (Mantova), Viali (Treviso), Vicentini (Pescara), Birindelli (Juventus), Colombo e Scarlato (Spezia), Cortellini (Brescia), Cristiano (Albinoleffe), De Zerbi (Napoli), Perra (Frosinone) e Spinale (Mantova).
Una giornata di squalifica anche per l'allenatore dell'Arezzo (Conte), con ammenda di cinquemila euro, e una giornata per l'allenatore in seconda del Crotone, Mobili. Il giudice ha ritenuto inutilizzabile la prova tv per il giocatore Scarlato (Spezia), la cui presunta condotta fallosa nei confronti di Gasparetto (Genoa) era stata segnalata dalla Procura Federale. Scarlato avrebbe colpito l'avversario all'addome. Il giudice ha acquisito le immagini di Sky, concludendo che esse non consentono tuttavia di stabilire bene la natura del gesto compiuto da Scarlato nè la sua potenzialità lesiva. Dunque, nessun provvedimento nei confronti del giocatore.
Nei confronti delle società, il giudice ha preso queste decisioni: 5 mila euro di ammenda al Verona, 1.500 allo Spezia, 1.000 al Rimini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione