Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 16:58

Calcio / Italia - Scozia - Le nazionali a Bari da martedì

Si disputerà mercoledì 28 allo stadio San Nicola la partita valida per la qualificazione agli Europei 2008. Il Comitato per l'ordine pubblico ha vietato la vendita di alcolici in città e l'esposizione di striscioni e cartelli che comunque incitino alla violenza o che contengano insulti e minacce
Bari - Stadio San Nicola BARI - La città si prepara alla partita di calcio Italia-Scozia, in programma allo stadio San Nicola la sera di mercoledì 28 marzo, valida per la qualificazione agli Europei 2008.

La nazionale italiana di calcio sarà a Bari dal 27 marzo: un volo charter porterà martedì mattina gli azzurri dall'aeroporto di Firenze all'aeroporto "Karol Wojtyla" del capoluogo pugliese.
Subito dopo l'arrivo, fissato per le 12.15, la nazionale si trasferirà a Villa Romanazzi Carducci, un albergo sede del ritiro. Alle 18 ci sarà il primo allenamento, aperto al pubblico, sul terreno di gioco dello stadio "San Nicola".
Il 28 marzo, giorno dell'incontro con la Scozia, seduta di rifinitura alla mattina. Dopo la gara, partenza da Bari in tarda serata.
Programma simile per la nazionale scozzese, il cui arrivo da Glasgow è fissato per le 14.35 del 27 marzo. Sede del ritiro sarà l'hotel Nicolaus Sheraton.

Saranno 5.000 i tifosi della Scozia che raggiungeranno Bari per assistere alla sfida con l'Italia del 28 marzo. Il dato, definitivo, è stato reso noto dal Prefetto di Bari Carlo Schiraldi, al termine della riunione del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica tenuta oggi nella prefettura del capoluogo regionale per l'organizzazione delle misure di sicurezza in occasione dell'incontro di calcio.
Ai tifosi scozzesi sarà riservata l'intera curva sud dello stadio San Nicola, ma i posti a loro disposizione saranno quelli dell'anello superiore.
Nel parcheggio riservato, gestito dall'Azienda speciale dei trasporti, ci saranno hostess incaricate dalla Federazione di calcio scozzese, per l'ospitalità e le informazioni.
Un migliaio di tifosi arriverà direttamente a Bari con sette voli charter mentre il resto dei tifosi farà prima scalo a Roma e Napoli per poi raggiungere Bari con autobus: tutti arriveranno il 27, giorno prima della partita, e si sistemeranno in vari alberghi cittadini. Il punto di raccolta individuato dal Comitato provinciale per l'Ordine e la sicurezza pubblica è piazza del Ferrarese, all'ingresso della "città vecchia", per contenere i disagi alla viabilità e poter controllare meglio i tifosi.
Divieto di vendita di alcolici per tutta la giornata del 28 marzo e divieto d'introdurre striscioni nello stadio San Nicola: sono i due provvedimenti scaturiti dalla riunione del Comitato provinciale per l'Ordine e la sicurezza pubblica tenuta oggi nella Prefettura di Bari per l'organizzazione delle misure di sicurezza in occasione dell'incontro di calcio Italia-Scozia.
«Ho deciso di anticipare dal 30 al 28 marzo - ha detto il prefetto di Bari, Carlo Schiraldi, parlando brevemente con i giornalisti a conclusione della riunione - il divieto d'introdurre striscioni negli stadi, stabilito dall'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, per far rientrare la partita della nazionale sotto questa disciplina. Saranno vietati striscioni e cartelli che comunque incitino alla violenza o che contengano insulti e minacce».
«Prego i tifosi - ha detto il prefetto riferendosi alle possibili proteste dei tifosi del Bari contro la proprietà della squadra - di festeggiare la nazionale e di non mettere in scena situazioni di carattere locale».
Schilardi ha poi spiegato che il divieto di vendita degli alcolici, in atto per tutta la giornata interessata dall' incontro Italia-Scozia, riguarderà l'intero territorio comunale «ma porremo - ha concluso - maggiore attenzione al centro storico, ai quartieri Madonnella e Murat, oltre che alla zona dello stadio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione