Cerca

Taranto Calcio dopo le minacce si dimette Nardoni

TARANTO – L'imprenditore Fabrizio Nardoni, ex presidente del Taranto Fc (serie D), ha firmato la lettera di dimissioni dall’incarico di consigliere della società rossoblù ufficialmente "per motivi personali". Nardoni nei giorni scorsi è stato minacciato da un uomo all’uscita di un ristorante e inseguito con l’auto e la contestazione dell’aggressore riguarderebbe proprio la gestione della società di calcio
Taranto Calcio dopo le minacce si dimette Nardoni
TARANTO – L'imprenditore Fabrizio Nardoni, ex presidente del Taranto Fc (serie D), ha firmato la lettera di dimissioni dall’incarico di consigliere della società rossoblù ufficialmente "per motivi personali". Nardoni nei giorni scorsi è stato minacciato da un uomo all’uscita di un ristorante e inseguito con l’auto e la contestazione dell’aggressore riguarderebbe proprio la gestione della società di calcio.  

Nardoni, che è anche assessore regionale alle Risorse Agroalimentari, di fatto ufficializza il suo disimpegno dal consiglio di amministrazione della società alla vigilia della scadenza dei termini per la ricapitalizzazione. Entro domani, insomma, avrebbe dovuto confermare o meno le sue quote.

La società, nell’apprendere dell’aggressione subita da Nardoni, esprime “la massima solidarietà” all’ex presidente “stigmatizzando l’episodio e ribadendo la propria condanna verso qualsiasi forma di violenza”. Il 21 dicembre del 2013 fu l'architetto Vincenzo De Palma, suocero di Nardoni, a subire un’aggressione da parte di un giovane che lo schiaffeggiò facendolo cadere per terra nel corso di una iniziativa nella città vecchia di Taranto organizzata dall’associazione culturale di cui Nardoni è presidente. Lo stesso assessore, intervenuto successivamente per prendere le parti di De Palma, subì minacce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400