Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 00:00

Calcio - Via libera al decreto contro la violenza negli stadi

Le commissioni Giustizia e Cultura della Camera hanno detto sì con molte modifiche. Il decreto infatti scadrà il 2 aprile e deve ritornare al Senato. Pesanti lacune: i rapporti tra le società di calcio e gli ultrà non sono stati disciplinati, archiviata la questione degli steward
ROMA - Via libera al decreto contro la violenza negli stadi, ma con molte modifiche. Le commissioni Giustizia e Cultura della Camera hanno detto sì al testo, ma tra mille polemiche. Ora si attende il parere delle commissioni interessate, prima di dare il mandato al relatore a riferire in Aula. Le commissioni Giustizia e Cultura della Camera hanno licenziato il testo in serata, perchè si punterebbe a cominciarne la discussione in aula già dal tardo pomeriggio di oggi.
Gli uffici di Montecitorio hanno infatti lavorato fino alle prime ore del mattino per collazionare il testo e portarlo in stampa per la seduta d'aula del pomeriggio.
«Avremmo voluto modificare questo decreto molto di più - dichiara il deputato diessino Paolo Gambescia - ma purtroppo non ci sono i tempi. Il decreto infatti scadrà il 2 aprile e deve ritornare al Senato».
«Pertanto - aggiunge - siamo riusciti ad apportare le modifiche più necessarie chiudendo un occhio su tutto il resto viste la necessità e l'urgenza che motivano il provvedimento».
Una delle lacune riscontrate nel testo anche dai componenti dell'Unione riguarda i rapporti tra le società di calcio e gli ultrà che non sono stati disciplinati.
Si è discusso molto anche del ruolo degli 'steward', cercando quale qualificazione giuridica attribuirgli. Ma anche questo è stato un capitolo che si è deciso di archiviare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione