Cerca

Mangia: con il Catania è sfida allievi di Sacchi

BARI – "Con il Catania allenato da Sannino, sarà una sfida-spettacolo tra sacchiani": così il tecnico del Bari, Devis Mangia, ha presentato oggi al San Nicola la trasferta in terra etnea che vende contrapposti due ex allievi dell’ex ct della Nazionale Arrigo Sacchi. I pugliesi cercano con i siciliani una prestazione che possa certificare il raggiungimento di una prima minima identità di squadra
Mangia: con il Catania è sfida allievi di Sacchi
BARI – "Con il Catania allenato da Sannino, sarà una sfida-spettacolo tra sacchiani": così il tecnico del Bari, Devis Mangia, ha presentato oggi al San Nicola la trasferta in terra etnea che vende contrapposti due ex allievi dell’ex ct della Nazionale Arrigo Sacchi. I pugliesi, reduci dal deludente pari interno con il Modena salutato da salve di fischi dal pubblico, cercano con i siciliani una prestazione che possa certificare il raggiungimento di una prima minima identità di squadra.

"Basta con il discorso del nuovismo. Abbiamo bisogno – ha rilevato Mangia – di più tempo per trovare la quadratura. La cultura dell’alibi non fa parte del mio pensiero. Di sicuro abbiamo un organico con tanti elementi arrivati in estate, ma da tante piccole cose mi accorgo che siamo un gruppo vero. Quindi, con il Catania abbiamo i giocatori per fare la nostra partita, contro un avversario che ha grande qualità in attacco". Intanto, c'è da confrontarsi con assenze e giocatori acciaccati.
"Non ci saranno Donati e Sabelli, mentre mi prendo ancora del tempo per trovare soluzioni per l’attacco e la difesa. Galano – ha aggiunto il tecnico – si è allenato tutta la settimana". In difesa Camporese potrebbe giocare come terzino destro, mentre in avanti possibile ballottaggio tra Galano e Stevanovic. In settimana il patron Paparesta ha confermato con una lettera pubblica la fiducia al tecnico: "Mi ha fatto molto piacere leggerla – ha ribattuto Mangia – ho sempre sentito fiducia dalle varie componenti della società".

Tra i rebus della gara di domenica c'è l’orario. "Giocare alle 12.30 a Catania domani per le due squadra non sarà facile. Sono previsti 30 gradi. I ritmi alti non si potranno avere per tutti i 90'. Bisognerà essere bravi nella gestione. Poi -ha concluso Mangia – entrambe le contendenti hanno nel dna il cercare il risultato e la vittoria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400