Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 22:13

Calcio / Spagna - Un'ennesima "cassanata"

"El pibe de Bari" Antonio Cassano si è scagliato nuovamente - a parole - contro il suo allenatore Fabio Capello per un mancato cambio in campo nella partita fra il Real Madrid ed il Barcellona, terminata 3-3
Calcio - Cassano e Capello MADRID (Spagna) - Antonio Cassano perde il pelo ma non il vizio ed è tornato a scontrarsi col tecnico Fabio Capello, subito dopo la classica di Liga al Camp Nou contro il Barcellona, rimproverandolo di non aver effettuato la terza sostituzione disponibile. Lo rivela il quotidiano "AS", secondo il quale l'ultimo scontro fra l'ex pupillo e il tecnico goriziano sarebbe avvenuto sabato, subito dopo la fine dell'incontro finito col pareggio 3-3. «Ma sei pazzo? Perché non hai fatto il terzo cambio?», avrebbe detto lo scugnizzo di Bari Vecchia a muso duro contro l'allenatore.
La scelta di Capello, secondo il quotidiano, non sarebbe andata giù nemmeno al resto della squadra, solo che, a differenza delle altre merengues, «Cassano non ha problemi nel dire in faccia al tecnico ciò che pensa». anche se questo comportamento, che conferma la sua fama di ribelle, può poi costargli l'emarginazione dalla squadra. Come è accaduto già, la prima volta, il 30 ottobre scorso, quando per le sue intemperanze dopo la partita contro il Nastic, subì una sanzione disciplinare che lo costrinse ad allenarsi in solitario e a restare per settimane appartato dal resto della squadra. «Hai una bella faccia tosta, è questo il modo di ripagarmi? Così mi ringrazi, dopo che ti ho sempre difeso anche nei momenti difficili, dopo che alla Roma sono sempre stato dalla tua parte?»: queste le parole con cui "el pibe de Bari" diede libero sfogo alla frustrazione accumulata dopo due settimane di panchina, capeggiando la rivolta contro il tecnico Fabio Capello, colpevole di non averlo fatto giocare nella partita vinta 3-0 dal Real contro il Nastic Tarragona.
Un secondo episodio, le critiche a Capello a bordo campo in conciliabolo con Ronaldo e Diarra, gli era costato una nuova emarginazione, inducendo i vertici del Real Madrid a metterlo in vendita, senza esito, sul mercato invernale. Ora, a quanto pare, il carattere, tutto genio e sregolatezza, ha ripreso il sopravvento. Capello, che aveva sempre tollerato le cassanate come l'altra faccia della medaglia del talento, ne ha preso da tempo le distanze. Ora toccherà a lui e al direttore sportivo Pedjia Mijatovic decidere per un'eventuale ulteriore sanzione. Proprio ieri il direttore sportivo dell Inter, Ernesto Paolillo, aveva parlato di una possibile ingaggio di Cassano al club per la prossima stagione, riconoscendo che è un grande giocatore, sebbene crei problemi per il suo carattere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione