Mercoledì 15 Agosto 2018 | 05:33

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Basket - Cras, vittoria al cardiopalmo

Importante successo per Taranto a Viterbo nell'8ª giornata di ritorno della A1 donne. Passa dopo tre supplementari (86-91). Decisiva Zimerle dalla lunetta. Il gruppo diretto da Aldo Corno ha dato seguito alla sofferta vittoria interna sul Ribera (dopo un tempo supplementare)
GESCOM VITERBO-PASTA AMBRA TARANTO 86-91 dopo 3ts (19-15, 36-33, 43-49, 67-67, 75-75, 79-79)

GESCOM VITERBO - Kouznetsova 9, Nieuwveen 16, Manic 34, Santucci, Brunelli ne, Boonen 8, Ajanovic 15, Perfetti 2, Capponi ne, Crepaldi 2 (coach Riga).
PASTA AMBRA TARANTO - Balleggi 19, Greco 21, Zimerle 5, Russo, Longin 7, Summerton 11, Bjelica 18, Bonafede 10, Di Gregorio ne, Tassara (coach Corno).
ARBITRI - Sivieri (FE) e Giummarra (RG).

Importante successo esterno per la Pasta Ambra Taranto nell'8^ giornata di ritorno del campionato di serie A/1 di basket femminile. Ci sono però voluti ben tre tempi supplementari per conquistare i 2 punti. Il gruppo diretto da Aldo Corno ha dato seguito alla sofferta vittoria interna sul Ribera (dopo un tempo supplementare), andando a vincere sul parquet del PalaMalè di Viterbo.
La gara. La Gescom inizia con Kouznetsova, Nieuwveen, Manic, Ajanovic e Perfetti. La Pasta Ambra invece con Balleggi, Greco, Zimerle, Summerton e Bjelica. Le locali partono a razzo: dopo 3' sono in vantaggio per 7-2. Corno cambia qualcosa senza perdere tempo: inserisce Longin per Bjelica. Viterbo si porta anche sul +7 mettendo in guardia le ospiti. Corno corre ai ripari chiamando anche time-out sull'11-4 per Viterbo. C'è una piccola reazione (parziale 4-0) delle joniche, ma sono sempre le laziali a tenere alto il ritmo. A creare problemi alle crassine è la Manic, la play serba che illumina il gioco di Viterbo. A 2' dal termine della prima frazione il risultato è di 15-10 per la squadra di coach Riga. Le crassine restano incollate al match, accorciando le distanze (-2), ma non vanno oltre...Balleggi fa preoccupare Corno: arriva il 3° fallo, pronta la sostituzione con Bjelica. La frazione si chiude sul 19-15 per Viterbo.
La Gescom viaggia su buoni ritmi anche all'inizio del secondo periodo. Il mestiere della Kouznetsova e la caparbietà della Manic si fanno sentire (27-18, 3'). La Pasta Ambra non fa nulla per fermare le gialloblu, solo la Greco si mantiene su ottimi livelli. Dopo il 2° fallo di Bjelica Corno chiama Bonafede dalla panchina. La Pasta Ambra non riesce a perforare la difesa di casa. Anzi, la Gescom va sul +11. Lo stesso Corno si riaffida alla Balleggi, e mette nella mischia anche Tassara. Le crassine hanno un sussulto negli ultimi 100 secondi. Il merito è proprio della Bonafede che - grazie a due guizzi vincenti (3+2) - riapre la partita. Le due formazioni entrano così negli spogliatoi sul 36-33.
Corno mette in campo nel 3° periodo Balleggi, Greco, Zimerle, Bjelica e Tassara: l'obiettivo è il sorpasso. Un acuto di Balleggi ha il merito di avvicinare ancor di più la Pasta Ambra alla Gescom (38-39). Il canestro di Bjelica, invece, fissa il 40-39 per le rossoblu (2'). Si tratta del primo vantaggio della squadra jonica dall'inizio della gara. Arriva, finalmente, il momento del sorpasso. La gara diventa più equilibrata, con vantaggi (minimi) da una parte e dall'altra. Anche Riga inizia a mischiare le carte. I due quintetti si annullano reciprocamente. Il punteggio (44-43 per Taranto) resta bloccato per 2'. La Pasta Ambra - trascinata da Bjelica - ha però il tempo per allungare (49-43).
Viterbo e Taranto si giocano tutto negli ultimi 10'. Zimerle e compagne ci tengono a vincere (53-49). Difficile però prendere il largo, perchè le locali non mollano la presa (-1, 3'). Balleggi e Bjelica hanno le armi per ridare ossigeno (57-52). La Gescom rincorre. La partita continua ad essere in bilico. Prima Viterbo pareggia, poi si riprende il vantaggio (59-57, 6'). Balleggi saluta tutti dopo il 5° fallo. Gli ultimi minuti sono emozionanti. Un canestro di Greco fa cambiare di nuovo il risultato: 60-59 (a 1'30" dal suono della sirena). Poi un nuovo sorpasso: Manic risponde a Bjelica (63-62). Summerton sbaglia sotto canestro, Ajanovic no. Arriva la lotteria dei tiri liberi, da una parte e dall'altra. Viterbo è sul 67-64 ad una manciata di secondi dal termine, ma il "tiro della disperazione" di Bjelica regala il supplementare alla Pasta Ambra (67-67).
All'overtime i due quintetti giocano punto su punto. C'è ancora parità (72-72, 4'). La lunetta è di nuovo decisiva, nel bene e nel male. Viterbo ha ancora la possibilità di chiudere (75-73) ma deve fare i conti con un altro canestro crassino...Stavolta di Summerton, ed ancora all'ultimo secondo (75-75).
Le compagini - ormai stanche - vanno al secondo supplementare. Non succede nulla nei primi 2'. La nota dolente è il 5° fallo di Bjelica, Corno fa entrare Longin. Viterbo tocca il +4, ma Taranto risponde colpo su colpo. Il match è ancora apertissimo (79-79, 4'), ma nessuna delle due squadre mette a segno il colpo del ko. Sembra un match senza fine.
E' il turno del terzo supplementare. La Pasta Ambra ha una marcia in più. Bonafede firma una tripla pesantissima: 84-81. Summerton completa l'opera (+5), ma poi esce per cinque falli. Stesso discorso per Greco. I "resti" del Cras Basket ce la fanno a chiudere i conti. Alla fine è 91-86, decisiva Zimerle dalla lunetta. Onore però anche agli sconfitti.

SERIE A1 DONNE - 8ª giornata Ritorno

Mercede Alghero - Maddaloni Basket 56-63 10/3
Banco di Sicilia Ribera - New Wash Montigarda 84-61 10/3
Basket Cavezzo - Carispe La Spezia 55-67
Phard Napoli - Trogylos Priolo 56-49
Virtus Viterbo - Pasta Ambra Taranto 86-91 dt3s
Umana Venezia - San Raffaele Roma 92-67
Germano Zama Faenza - Famila Wuber Schio 66-62
Lavezzini Parma - Pool Comense 84-65

CLASSIFICA (squadra, punti, partite giocate, vinte, perse)

Germano Zama Faenza 42 23 21 2
Phard Napoli 38 23 19 4
Lavezzini Parma 36 23 18 5
Pasta Ambra Taranto 34 23 17 6
Umana Venezia 32 23 16 7
Trogylos Priolo 32 23 16 7
Famila Wuber Schio 28 23 14 9
Banco di Sicilia Ribera 22 23 11 12
New Wash Montigarda 22 23 11 12
Virtus Viterbo 20 23 10 13
San Raffaele Roma 14 23 7 16
Maddaloni Basket 8 23 4 19
Pool Comense 6 23 3 20
Basket Cavezzo 4 23 2 21
Mercede Alghero 3 23 2 21

PROSSIMO TURNO: 9ª giornata Ritorno (18/3, ore 18,00)

Famila Wuber Schio - Phard Napoli 17/3 Ore 20:30
Pool Comense - Basket Cavezzo
Trogylos Priolo - Mercede Alghero
San Raffaele Roma - Germano Zama Faenza
Banco di Sicilia Ribera - Virtus Viterbo
Pasta Ambra Taranto - Lavezzini Parma
Carispe La Spezia - Maddaloni Basket
New Wash Montigarda - Umana Venezia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 16 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS