Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 12:27

Maxi sequestro di beni a magnate russo che voleva il Bari calcio

Lunedì la Guardia di Finanza ha sequestrato beni per un valore di 30 milioni di euro all’oligarca russo Arkady Rotenberg (nella foto), 63 anni, amico personale di Vladimir Putin. Rotenberg, con beni personali del valore stimato di 3 miliardi di euro, qualche mese fa era dato tra i papabili per l’acquisto dell’A.S. Bari e si sarebbe ritirato proprio a causa dell’embargo europeo
Maxi sequestro di beni a magnate russo che voleva il Bari calcio
Il Berg Luxury un hotel quattro stelle nel cuore di Roma. Ville in Sardegna. Una casa a Cagliari e una a Tarquinia. E poi quote di società e conti correnti, per un valore totale di circa 30 milioni di euro. Sono i beni sequestrati dalla Guardia di Finanza all’oligarca russo Arkady Rotenberg, 63 anni, amico personale di Vladimir Putin (praticavano insieme judo. Rotenberg è un allenatore professionista di arti marziali).
Il sequestro, secondo quanto si riporta da varie testate, è stato eseguito lunedì mattina dal nucleo speciale di polizia valutaria e disposto sulla base del regolamento europeo del marzo scorso che ha introdotto misure restrittive contro imprenditori e gruppi finanziari vicini a Putin.

Rotenberg, con beni personali del valore stimato di 3 miliardi di euro, qualche mese fa era dato tra i papabili per l’acquisto dell’A.S. Bari e si sarebbe ritirato proprio a causa dell’embargo europeo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione