Martedì 14 Agosto 2018 | 16:14

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Calcio/Bari - Matarrese è scocciato. Non è l'unico

Il presidente ha cominciato da tempo un braccio di ferro contro i tifosi (e non solo), anche se mancherebbe il nesso di alcune sue dichiarazioni. Forse sta aspettando di capire quel che accadrà nell'area del San Nicola. Altrimenti potrebbe davvero consegnare il club nelle mani del sindaco
Bari - Stadio San NicolaBARI - A volte fa tenerezza, come quando si arrabbia e sostiene di essersi proprio scocciato (i cori contro sono insopportabili). Vincenzo Matarrese è abile. Non avrebbe, insieme con la famiglia, costruito un impero. Non sarebbe riuscito a superare una crisi economico-finanziaria che avrebbe potuto travolgerlo. Ecco perché, a prima vista, si fa fatica a comprendere il motivo per il quale voglia continuare a essere il proprietario del Bari calcio con tutto quel che gli costa, sia in quattrini sia in salute, dal momento che incassare insulti di continuo può nuocere, anche psicologicamente.
Il presidente, invece, ha cominciato da tempo un braccio di ferro contro i tifosi (e non solo), anche se mancherebbe il nesso di alcune sue dichiarazioni. Quando minaccia «gli pseudo-sostenitori», affermando che «potrebbero non avere più un presidente e una squadra di calcio», non si comprende in base a quale logica lo dica, dal momento che quasi tutta la città stapperebbe spumante in caso di avvicendamento ai vertici.
Delle due l'una. O Matarrese ha deciso di distruggere anche quel che resta (dando riscontro a chi sostiene che non andrà mai in serie A per dispetto nei confronti dei baresi) oppure, dal momento che le forze non gli permetterebbero di essere protagonista ai massimi livelli (oggi come oggi i costi sono elevatissimi e non è conveniente nemmeno andare in Coppa Uefa), sta aspettando di capire quel che accadrà nell'area del San Nicola.
Intanto, tra breve si saprà come il Governo intenderà favorire la privatizzazione degli stadi (tassi agevolati piuttosto che soldi in conto capitale), poi si dovrebbe finalmente comprendere quando s'intende (e come) procedere alla vendita dell'impianto da parte del Comune. Sarà forse per questo che i Matarrese prendono tempo. Ci sarebbe un altro motivo, ma è da escludere che il grido di dolore di Antonio Matarrese («ci sono società sull'orlo del collasso») possa determinare uno stravolgimento dei campionati (così da ritrovarsi in serie A a tavolino).
Del resto, il cambio al vertice ipotizzato (i figli al posto dei padri) non cambierebbe gli umori della piazza disposta «ad andare in Eccellenza» pur di non avere «questa presidenza». Anche il bacino elettorale, con questi chiari di luna, si va assottigliando sempre più. In altre città hanno consegnato il club nelle mani del sindaco, il quale ha poi provveduto a trovare acquirenti. In questo caso, basterebbe decidere di non guardare il colore dei soldi. Nessuno, peraltro, è disposto a scucirne troppi. Anche se i termini dell'accordo potrebbero cambiare potendo contare su un diritto di prelazione sull'acquisto dell'immobile (lo stadio) e ritenendo di poter rientrare nel futuro sviluppo dell'area.
G. Flavio Campanella

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS