Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 05:45

Calcio - Il grido di dolore di Matarrese

A meno di un mese dai fatti tragici di Catania, il presidente barese della Lega denuncia una «situazione catastrofica» per quanto riguarda i bilanci delle Società sportive, penalizzate dalla chiusura degli stadi non a norma
Calcio - Il grido di dolore di Matarrese
Antonio Matarrese MILANO - È un vero e proprio grido d'allarme quello del calcio italiano, meno di un mese dopo i fatti tragici di Catania. Il presidente della Lega Antonio Matarrese non usa mezzi termini, alla fine del Consiglio odierno. «La situazione è catastrofica - dice - siamo di fronte a club che hanno spesso o anticipato milioni di euro per sistemare gli stadi, e le conseguenze sui bilanci sono molto pesanti, ci sono gravi alterazioni». Tanto che il Consiglio di Lega ha dato compito ad una speciale commissione di valutare la possibilità di modificare i parametri della Covisoc per l'iscrizione al prossimo campionato, per evitare troppe bocciature. «Il ritorno alla normalità è lontano - ha proseguito Matarrese - chi scrive o dice che dopo poco tempo è finito tutto a "tarallucci e vino" sbaglia. Per ora, in quasi tutti gli stadi, abbiamo salvato solo gli abbonati, ma la strada è lunga». Per ora, però, non si è parlato, almeno non in Consiglio, di un'azione di rivalsa nei confronti dei comuni o dello Stato. «Aspetto una relazione dettagliata sui bilanci - dice Matarrese -: poi vedremo il da farsi». Eppure, in mattinata era stato Leandro Cantamessa, consigliere d'amministrazione del Milan, a parlare della possibilità che rossoneri e Inter chiedano un risarcimento al Comune di Milano, in quanto proprietario dello stadio San Siro, per il mancato ingresso dei non abbonati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione