Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 13:51

Basket / A1 donne - Cras, brutta sconfitta a Priolo

Contro una diretta concorrente per i play-off, il quintetto diretto da Aldo Corno stenta parecchio, subendo gli attacchi dell'Acer praticamente per tutto il match. Il gruppo di Coppa ribalta il risultato dell'andata (81-64) con una prova coraggiosa. Finisce 79-64. Prossimo turno: Roma-Taranto
ACER ERG PRIOLO-PASTA AMBRA TARANTO 79-64 (29-18, 48-31, 64-45)

ACER ERG PRIOLO - Avaro 2, Palie 28, Milazzo 2, Seino 2, Sciacca 3, Accolla ne, Boscarino ne, Pascalau 16, Meneghel 6, Phillips 19 (coach Coppa);
PASTA AMBRA TARANTO - Balleggi 9, Sanchez, Greco 2, Tassara 5, Zimerle 8, Russo ne, Longin 11, Summerton 11, Bjelica 8, Bonafede 10 (coach Corno).
ARBITRI - Vaccarini di La Spezia e Biasini di Veroli (FR).

Il risveglio è ancora brusco per le crassine. La Pasta Ambra incassa un'altra sconfitta, la seconda in pochi giorni. Contro una diretta concorrente per i play-off, il quintetto diretto da Aldo Corno stenta parecchio, subendo gli attacchi dell'Acer Erg Priolo praticamente per tutto il match. Il gruppo di Santino Coppa ribalta il risultato dell'andata (81-64) con una prova coraggiosa. Dopo la Coppa Italia, di nuovo una partita da dimenticare per Tassara ed il resto della truppa.
La gara. Nei primi minuti Priolo e Taranto si affrontano a viso aperto. Match di grandissima intensità agonistica tra due formazioni che cercano il riscatto dopo le delusioni patite nella "Final Four di Coppa Italia-Il Meridiano Cup" (le siciliane contro la "regina" Faenza, le joniche con Napoli). Sino a metà periodo, le locali affondano i colpi, le ospiti rispondono prontamente. A partire dal 7' però l'Acer (20-16) mette il turbo schiacciando la Pasta Ambra nella sua metàcampo. Phillips si fa vedere sotto i canestri, Palie corre e si porta dietro due crassine per volta. Gli ultimi 3' sono tutti di marca isolana. Le giocatrici di Coppa mettono alle corde Zimerle e compagne toccando anche il +13 come vantaggio. Due tiri liberi di Bjelica sul finire rendono il parziale meno pesante. Il primo periodo si chiude con Priolo in vantaggio per 29-18.
Il copione dell'incontro con cambia nei secondi 10'. A fare la parte del leone è sempre la grande ex Tari Phillips. Più passa il tempo, e più la marcia di Priolo sembra inarrestabile. All'8' il puntaggio è pesantissimo per le crassine: sotto di 24 punti. Il mini-break rossoblu (5-0) ha solo il merito di spezzare il ritmo. Le dieci protagoniste entrano negli spogliatoi sul 48-31....
La Pasta Ambra, all'inizio della terza frazione, continua a dare qualche timido segnale di ripresa. Per invertire la rotta però è necessaria una vera e propria svolta. Resta difficile per le rossoblu domare la motivatissima compagine di casa. Taranto non ce la fa a bloccare sia Pascalau che Palie. Corno prova a mischiare le carte, dando spazio alle giocatrici che ha a sua disposizione, ma è sempre Priolo a fare la partita (61-41, 7').
L'Acer comincia l'ultimo periodo con tre sue atlete in odore di uscita (Meneghel, Pascalau e Phillips tutte con 4 falli). Balleggi cerca di trascinare il gruppo tarantino, ma la gara sembra segnata già da un pezzo. Al 5' le siciliane sono sul 70-56. Priolo non può far altro che controllare la situazione, di fronte agli ultimi tentativi della Pasta Ambra di ridurre lo svantaggio. Finisce 79-64 per la squadra di casa. E Priolo aggancia proprio le crassine a quota 30 in classifica.
«Nei primi due quarti - ha commentato il vicecoach Mario Buccoliero - abbiamo subito abbastanza la loro pressione difensiva. Nel terzo e quarto periodo abbiamo tenuto discretamente, ma non è servito per recuperare il gap...Almeno siamo riusciti a contenere lo svantaggio perdendo di 15 punti...».
Adesso il prossimo futuro delle joniche si chiama "Europe Cup": la Pasta Ambra affronterà mercoledì sera (21 febbraio, ore 20) la Lavezzini Parma nella gara di andata dei quarti di finale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione