Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 10:06

Basket - Taranto, sconfitta amara

Nella semifinale della Coppa Italia disputata al Palamazzola, Napoli si impone con merito 60-42. La squadra del grande ex, Nino Molino, giocherà quindi la finalissima (15 febbraio alle 20,30, ingresso gratuito) contro Faenza (che ha superato nell'altra semifinale Priolo 57-52)
PASTA AMBRA TARANTO-PHARD NAPOLI 42-60 (14-13, 21-28, 30-45)

PASTA AMBRA TARANTO - Balleggi 6, Sanchez, Greco, Zimerle 2, Russo, Longin 8, Summerton 5, Bjelica 15, Bonafede, Tassara 6 (coach Corno);
PHARD NAPOLI - Paterna, Cirone 13, Mauriello 2, Giauro 2, Mirchandani 8, Gentile 2, Antibe 16, Fabbri, Ndiaye 10, Holland-Corn 7 (coach Molino).
ARBITRI - Dal Bosco (PD) e Di Giambattista (PE).

TARANTO - Ha vinto la Phard Napoli. Meritatamente. Non c'è stato nulla da fare per le rossoblu, cadute sul parquet amico con il punteggio di 60-42. La squadra del grande ex, Nino Molino, giocherà quindi la finalissima del 15 febbraio de "Il Meridiano Cup-Trofeo Locman" contro la Germano Zama Faenza (che ha superato nell'altra semifinale di Coppa Italia l'Acer Priolo per 57-52). Peccato...Soprattutto per i tifosi rossoblu che avevano affollato le tribune del PalaMazzola.
La Pasta Ambra non è riuscita a concedere il "bis": dopo aver sconfitto nel match di ritorno (più di due settimane fa in campionato) Napoli in modo autoritario, non è stata all'altezza della situazione. Sicuramente alcune giocatrici non erano al meglio dal punto di vista fisico. Nulla da togliere però alla prova delle partenopee che - grazie ad una difesa asfissiante - hanno disputato un incontro al limite della perfezione.
La gara. Nel primo quarto la Pasta Ambra dava l'impressione di giocarsela alla pari. Ad un certo punto raggiungeva anche il +6. Con il passare del tempo però Napoli cresceva, sfruttando anche le qualità sotto canestro di Antibe e Ndiaye. Al 5' Holland-Corn e compagne iniziavano a carburare, la Pasta Ambra sembrava in difficoltà. Prima una tripla di Antibe, poi un'altra di Mirchandani mandavano in tilt il Cras. Napoli andava al riposo sul 28-21.
Nel terzo periodo saliva in cattedra Napoli, ben orchestrata da Cirone. Al 6' la Phard, sul punteggio di 40-21, iniziava a sentire il profumo della vittoria. Difficile impensierire la difesa ospite. Il parziale si chiudeva sul 45-30.
All'inizio dell'ultimo quarto la Pasta Ambra abbozzava una rimonta. Al 10' Bjelica e le altre si avvicinavano alle campane (-10, 7') riducendo il pesante svantaggio. Le joniche però non riescono ad andare oltre...Troppo compatta la Phard: una "bomba" di Holland-Corno spezza definitivamente le speranze crassine (53-37). Phard che negli ultimi minuti amministra bene il possesso palla, concludendo sul 60-42. A sorridere sono le ragazze di Molino. Per la compagine di Corno una serata da dimenticare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione