Cerca

Pennetta come Errani qualificata a Us Open

ROMA – Dopo Sara Errani, anche Flavia Pennetta si è qualificata per i quarti di finale degli Us Open. La 32enne brindisina, con il numero 12 prima italiana del tennis mondiale e testa di serie numero 11, ha raggiunto l’obiettivo battendo per 7-6 6-2 l’australiana Casey Dellacqua, numero 32. Prossima avversaria della Pennetta, semifinalista l’anno scorso a Flushing Meadows, sarà la vincente tra l’americana Serena Williams e l’estone Kaia Kanepi.
Pennetta come Errani qualificata a Us Open
ROMA – Due italiane felicemente ai quarti di finale degli Us Open, come non accade a nessun altro Paese. Non a caso, le prime due azzurre del tennis mondiale. Dopo Sara Errani, anche Flavia Pennetta è entrata a far parte dell’ esclusivo club che raggruppa le migliori otto del quarto ed ultimo torneo Slam della stagione. Lo ha fatto battendo per 7-5 6-2, in un’ora e 20 minuti, l’australiana Casey Dellacqua, "una mancina dal gioco fastidioso", come lei stessa l’aveva definita alla vigilia.

Ma, stavolta, la 29enne Casey, numero 32 del ranking e testa di serie numero 29, non l’ha infastidita più di tanto. Sul cemento del campo principale di Flushing Meadows, l’enorme Arthur Ashe Stadium – dove sabato aveva già sconfitto la statunitense Nicole Gibbs, e dove ieri la Errani si è imposta  sulla croata Mirjana Lucic-Baroni -, la 32enne brindisina, n. 12 mondiale e testa di serie n. 11, non ha avuto particolari problemi se non una certa lentezza all’avvio.

Ma, sul 5-4 per la Dellacqua, Flavia è partita alla riscossa ed ha inanellato sette game di fila, chiudendo il primo set e portandosi sul 4-0 nel secondo. Ha poi concesso solo due giochi all’avversaria e si è imposta al primo match point, grazie ad un diritto fuori dell’ australiana. Così, per il terzo anno consecutivo, l’Italia ha due tenniste nei quarti a New York: nel 2012 Roberta Vinci fu superata dalla Errani, nel 2013 dalla Pennetta.
 Ora, per Flavia, sarà una missione davvero ardua difendere la semifinale dell’anno scorso. L’attende al varco nei quarti un’ avversaria da far tremare le vene e i polsi (anche se non al meglio della forma e in questa stagione ancora a digiuno di Slam): la n. 1 del mondo, Serena Williams, campionessa in carica e cinque volte vincitrice degli Us Open, che l’ha sconfitta in tutte e cinque le sfide precedenti. Come da pronostico, l’ americana, che compirà 33 anni il 26 settembre, ha superato, con un doppio 6-3, l’estone Kaia Kanepi, n. 50.

Più facile, almeno sulla carta, il compito che attende, prima della Pennetta, la Errani, n. 14 del ranking e testa di serie n. 13: la 27enne romagnola avrà dall’altra parte della rete Caroline Wozniacki, ex regina del tennis mondiale ora scesa all’11/o posto, ma in ripresa nelle ultime settimane. Non a caso, la 24enne danese ha eliminato negli ottavi, con il punteggio di 6-4 2-6 6-2, una delle favorite per il titolo (e campionessa nel 2006), la russa Maria Sharapova, n. 6. "E' una giocatrice molto solida, sbaglia poco e dopo un periodo negativo ha ripreso a giocare molto bene", ha detto Sara di Caroline.

Per il resto, l’ottava giornata degli Us Open, ha visto accedere agli ottavi il serbo Novak Djokovic, n. 1 mondiale, che ha prevedibilmente battuto, per 6-1 7-5 6-4 il tedesco Philipp Kohlschreiber, n. 25.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400