Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 21:22

Basket / A1 femminile - Pasta Ambra al secondo posto

Il Cras Taranto ha vita facile contro il Cavezzo, battuto 84-46, ma la notizia più bella arriva da Ribera, dove il Banco di Sicilia supera Napoli consentendo alle ioniche di agganciare le campane alle spalle di Faenza (ko a Venezia). Nel prossimo turno, arriva al Palamazzola il Priolo
Basket I risultati della 4ª giornata di ritorno
• Pasta Ambra Taranto - Cavezzo 84-46
• Venezia - Faenza 77-73
• Ribera - Napoli 67-62
• Roma - Parma 66-72
• Priolo - La Spezia 76-69
• Schio - Maddaloni 95-50
• Montigarda - Comense 74-68
• S. Raffaele Viterbo - Alghero 78-59

La classifica
1) Germano Zama Faenza 34 punti
2) Phard Napoli e Pasta Ambra Taranto 30 punti
3) Lavezzini Parma e Trogylos Priolo 28
4) Umana Venezia e Famila Wuber Schio 24
5) New Wash Montigarda e Banco di Sicilia Ribera 20
6) Carispe La Spezia e Virtus Viterbo 18
7) San Raffaele Roma 12
8) Pool Comense, Basket Cavezzo e Maddaloni Basket 4
9) Mercede Alghero 3

Le partite del prossimo turno sono in programma domenica 18 febbraio

• Priolo - Taranto
• Parma - Schio
• Comense - Ribera
• Alghero - Faenza
• Cavezzo - Viterbo
• Napoli - S. Raffaele
• Maddaloni - Venezia
• La Spezia - Montigarda

PASTA AMBRA TARANTO - ACETUM BASKET CAVEZZO 84-46
(22-14, 39-22, 65-30)

• PASTA AMBRA TARANTO - Balleggi 8, Sanchez 23, Zimerle 5, Russo 6, Longin 8, Bjelica, Bonafede 9, Di Gregorio 3, Varvaglione 1, Tassara 7 (coach Corno)
• ACETUM BASKET CAVEZZO - Costi 6, Forni, Zanoli, Goldoni 6, Aleotti, Monica 4, Franciosi, Malavasi, Beljanski 20, Rejchova 10 (coach Carretti).
• ARBITRI - Di Toro (PG) e Vecchio (TV).

La Pasta Ambra ottiene la sesta vittoria di fila in campionato, avendo vita facile anche con il modesto Cavezzo. Ma la notizia più importante della 4ª giornata di ritorno è il ko incassato dalla Phard Napoli in quel di Ribera. In virtù di questo risultato le tarantine raggiungono al secondo posto proprio il quintetto partenopeo (30 punti). Senza dimenticare il fatto che anche la vetta della classifica è più vicina (4 punti di distanza), considerato il ko di Faenza a Venezia.
La gara - Il quintetto iniziale di Taranto è composto da Balleggi, Sanchez, Zimerle, Longin e Tassara; quello modenese da Costi, Forni, Zanoli, Beljanski e Rejchova.
Dopo 4' il parziale della Pasta Ambra (8-0) lascia già poco spazio ai commenti. Cavezzo però si sveglia al 6': si porta sotto di 1 punto (7-8). Ma è solo un momento, perché le crassine si rimettono subito in carreggiata (15-9, 7'). A 2' dal termine Corno fa entrare Bjelica al posto di Longin. Sanchez fa il resto: 5 punti (2+3) negli ultimi 20 secondi fissano il risultato sul 22-14.
Nel secondo periodo si vede anche Bonafede. Due triple "targate" Bjelica e Tassara arricchiscono il bottino rossoblu (28-16, 2'). Arriva anche il turno delle baby Russo (3'), Varvaglione (6') e Di Gregorio (8'). La Pasta Ambra fa quello che vuole in campo (Sanchez ha una marcia in più); mentre tra le fila del Cavezzo la più dinamica è l'ex Beljanski. Le due squadre entrano negli spogliatoi sul 39-22.
Nella terza frazione coach Corno rimette sul parquet del PalaMazzola sia Balleggi che Zimerle. Il punteggio - con il passare dei minuti - diventa sempre più corposo per le crassine (53-27, 5'). Una pregevole azione di Bonafede sotto canestro consegna il +30 alle joniche (8'). I 10' si concludono sul 65-30.
Tutto semplice anche nell'ultimo quarto, in cui sono da segnalare i punti delle "piccole" Russo e Di Gregorio. Il risultato finale è di 84-46.
Archiviata con facilità la pratica Cavezzo, adesso il Cras Basket si concentrerà sull'obiettivo della Final-Four di Coppa Italia ("Il Meridiano Cup"). Il 14 e 15 febbraio il PalaMazzola ospiterà l'atteso appuntamento nazionale. Prima di giocarsi la finale però le joniche dovranno misurarsi proprio con la Phard Napoli. E non sarà facile ottenere il successo con la compagine allenata dall'ex Nino Molino...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione