Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 13:14

Il Bari parla ai tifosi «Abbonamenti a rate»

di ANTONELLO RAIMONDO
BARI - Il presidente biancorosso ha lanciato un’iniziativa che non potrà che far felici i tifosi: da lunedì potranno sottoscrivere gli abbonamenti usufruendo di una rateizzazione a costo zero. La formula: «Nove rate, zero interessi, una passione». Una tessera di curva verrà a costare 18 euro a settimana. E la si potrà ritirare nelle sedi Millenia di Bari, Trani e Motoria di Bari-Modugno nei corner Fc Bari 1908 che per l’occasione verranno allestiti in queste location
Il Bari parla ai tifosi «Abbonamenti a rate»
ANTONELLO RAIMONDO
BARI - Gianluca Paparesta a trecentosessanta gradi. L’aveva promesso e, in effetti, non c’è giorno che passi senza qualcosa che si muova in casa Bari. Si va avanti su due binari, evidentemente. Da un lato il calciomercato, con l’assoluta necessità di costruire una squadra in grado di giocare per il vertice della classifica. Dall’altro la rivoluzione a mezza strada tra comunicazione e marketing.

Ieri, non a caso, il presidente biancorosso ha lanciato un’iniziativa che non potrà che far felici i tifosi che da lunedì potranno sottoscrivere gli abbonamenti usufruendo di una rateizzazione a costo zero. La formula: «Nove rate, zero interessi, una passione». Una tessera di curva, tanto per provare a fare chiarezza, verrà a costare 18 euro a settimana. E la si potrà ritirare nelle sedi Millenia di Bari, Trani e Motoria di Bari-Modugno nei corner Fc Bari 1908 che per l’occasione verranno allestiti in queste location.

Perché la Millenia? Semplice. Tra il club di Paparesta padre e figlio e l’imprenditore Francesco Maldarizzi è sorta una collaborazione che prevede l’appoggio di un terzo interlocutore, la Compass. «I tempi ristretti non ci hanno consentito di mettere in pratica tutte le idee che erano sul nostro tavolo - le parole di Gianluca Paparesta in conferenza stampa - ma siamo convinti di aver creato qualcosa che possa venire incontro alle esigenze di tutti i nostri tifosi. Il Bari si è fatto carico degli interessi proprio perché vogliamo avere al fianco il maggio numero di appassionati. E nella prossima stagione partiremo sicuramente con la formula famiglia». Ed ecco la stretta di mano con un entusiasta Maldarizzi, davanti a una delle auto ufficiali del club biancorosso.

Paparesta, dicevamo, non si ferma un attimo. Nel primo pomeriggio, infatti, si è sottoposto al «fuoco» delle domande della trasmissione «Tbsport». Tantissimi i temi toccati dal presidente. «La serie A? Ovvio, tutti la vorremmo subito perché quello è il posto naturale di questa città e di questa tifoseria. Vincere subito non è facile - spiega - siamo in attività da pochissimo ma stiamo facendo il possibile per essere protagonisti. Promesse è sempre pericoloso farne. Ciò che mi sento di garantire è l’ambizione del progetto».

Capitolo finanziatori. Chi c’è dietro il Bari? «Non ho smesso di aspettare i russi perché con loro il club sarebbe ancora più forte ma nel frattempo ho dovuto andare avanti col mio programma - dice - pur tra mille difficoltà. Per fortuna ho trovato validi partner commerciali che mi stanno affiancando e altri ne arriveranno. Ma nessuno ha quote azionarie. Per ora ci siamo solo io e mio padre, che tra l’altro ci siamo anche indebitati abbastanza. Abbiamo sfruttato anche il “fuoco” dei diritti che ci sarebbero spettati negli anni e abbiamo messo su una società in grado di operare a 360 gradi».

Infine, la squadra. «Grande fiducia in Mangia e il suo staff molto tecnologico - conclude - con Antonelli, invece, il progetto è chiaro: avere in ogni ruolo due opzioni, entrambe di qualità. Nessuno è mai morto di concorrenza. Finora abbiamo portato a termime tante operazioni e fa niente se in alcuni casi siamo ricorsi ai prestiti. Mi pare che si tratti di un mercato ancora molto fermo e nonostante ciò il Bari ha portato a termine ingaggi di un certo peso. La gente vorrebbe Barreto? Certe valutazioni le lascio ai miei collaboratori. Massima fiducia nel tecnico e nel direttore sportivo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione