Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 05:56

Il ritorno di Stoian «Bari, corri con me»

PIEVE DI CADORE - Il ritorno dell'esterno d'attacco garantisce qualità al Bari di Mangia: «Spero che mister Mangia possa esaltare le mie caratteristiche: so che è bravo con i giovani e questo è un vantaggio. Sono maturato rispetto a qualche anno fa, ho più continuità e mi auguro di dimostrarlo. Questa società ha un progetto ambizioso e sta a noi realizzarlo. Il sostegno dei 60mila del San Nicola sarà fondamentale»
Abbonamenti: c'è la formula per le aziende
Il ritorno di Stoian «Bari, corri con me»
PIEVE DI CADORE - Domenica di relax per i Galletti in ritiro tra le Dolomiti. Dopo l’abbuffata di gol di sabato contro i dilettanti del Cadore (11-0), il tecnico Devis Mangia ha concesso ai propri ragazzi un pomeriggio di riposo. Molti giocatori, dopo l’allenamento mattutino, hanno ricaricato le pile a Cortina mentre lo staff biancorosso, assieme al sindaco di Longarone, l’ex calciatore del Belluno Roberto Padrin, ha visitato la diga del Vajont, teatro di una grande sciagura nazionale nel lontano 1963.

Oggi i pugliesi riprenderanno ad allenarsi due volte al giorno per preparare l’amichevole di mercoledì ad Auronzo contro la Lazio di Stefano Pioli.

Sul fronte mercato, tema scottante in questo periodo, arriva la notizia della risoluzione contrattuale di Cascione, degli addii di Vosnakidis, Santeramo e Chiochia (alla Lucchese), del giovane Vogliacco (alla Juve), di Spinazzola (all’Atalanta), del portiere Mirarco e di Samnick, destinato alla Lega Pro.

Sul fronte acquisti, dopo gli arrivi di Rossini, Contini, Stoian e De Luca, sembra ormai fatta per il ritorno in Puglia di Marco Chiosa. Quasi concluse anche le trattative per portare in biancorosso Gazzi e Stevanovic mentre sembra essersi raffreddata la pista riguardante Diego Polenta, vicinissimo allo Spezia. Inoltre, la società biancorossa avrebbe messo gli occhi sul centrale brasiliano, naturalizzato polacco, di proprietà del Padova, Thiago Cionek e, stando alle indiscrezioni, i galletti starebbero trattando l’esterno del Milan Krisztian Tamas, ora impegnato all’Europeo under 19 in Ungheria.

Non c’è dubbio che il ds Antonelli e il presidente Paparesta si stiano dando da fare. Tornando alla goleada di sabato contro il Cadore, uno dei protagonisti è stato anche il centrocampista rumeno Adrian Stoian, a segno su rigore, appena arrivato in prestito dal Chievo: «Nell’amichevole abbiamo provato a fare le cose che ci ha detto il mister, spero sia stato contento del nostro gioco. Caputo e Galano già li conoscevo, Joao Silva è un buon giocatore e in più è arrivato De Luca: lì davanti abbiamo tanta qualità. Il Bari dello scorso campionato, parlano i numeri, ha fatto meglio del Bari di quando c’ero io e spero di dare una mano per migliorare quanto i ragazzi hanno fatto la stagione passata. Qui ho tanti amici e quando è arrivata la chiamata ho accettato volentieri. Sono sceso dalla serie A ma l’obiettivo è di tornarci con il Bari, magari vedendo ogni domenica tanta gente allo stadio perché questo tifo merita un livello più alto».

Per Stoian potrebbe essere l’anno della consacrazione. Al Bari, nella stagione 2011-2012, in campionato aveva segnato cinque reti in ventinove presenze. «Vedremo... Come sempre parlerà il campo ma non penso ancora al campionato, penso agli allenamenti. Spero che mister Mangia possa esaltare le mie caratteristiche: so che è bravo con i giovani e questo è un vantaggio. Sono maturato rispetto a qualche anno fa, ho più continuità e mi auguro di dimostrarlo. Questa società ha un progetto ambizioso e sta a noi realizzarlo. Il sostegno dei 60mila del San Nicola sarà fondamentale».

Un ritorno che ha fatto piacere a tanti tifosi perchè Stoian ha lasciato ottimi ricordi in Puglia. «Devo ammettere che mi sono emozionato quando ho ricevuto la proposta del Bari. Con tutti i ragazzi c’è già una buona intesa e possiamo migliorare ancora, in più Mangia è bravo e sono sicuro saprà farci giocare bene. Il gol è di buon auspicio ma l’importante era provare gli schemi sui quali abbiamo lavorato in questi giorni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione