Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 23:28

Mangia non si nasconde «Un Bari senza limiti»

PIEVE DI CADORE - Primo allenamento stagionale per il Bari nel ritiro precampionato tra le Dolomiti di Pieve di Cadore. I pugliesi sono arrivati all’albergo Bellavista di Calalzo verso le 14 ma il maltempo ha subito costretto lo staff dei galletti a cambiare programma: niente più allenamento a Vallesella e conferenza stampa anticipata di un’ora e mezza. «Fino a quando non si chiude il calciomercato preferisco non parlarne anche se devo ammettere che andrebbero consolidati tutti e tre i reparti»
Ds: rinforzi, ma con attenzione
Mangia non si nasconde «Un Bari senza limiti»
Pieve di Cadore - Primo allenamento stagionale per il Bari nel ritiro precampionato tra le Dolomiti di Pieve di Cadore. I pugliesi sono arrivati all’albergo Bellavista di Calalzo verso le 14 ma il maltempo ha subito costretto lo staff dei galletti a cambiare programma: niente più allenamento a Vallesella e conferenza stampa anticipata di un’ora e mezza.

Ai microfoni si presenta il nuovo mister della squadra, quel Devis Mangia che tanto bene ha fatto prima a Palermo e poi a Spezia. Lo splendido cammino dello scorso campionato ha fatto sognare tutti i tifosi biancorossi e ad un certo punto la serie A non sembrava un miraggio, anzi. Va da sè che quest’anno il Bari partirà tra le favorite della cadetteria.

«Non siamo più una sorpresa, questo lo sappiamo, perciò dobbiamo puntare al massimo risultato. Dodici mesi fa sono sicuro che nessun allenatore avrebbe scommesso sul Bari alla finale dei playoff ed invece è successo. Ho sentito già tutti i ragazzi e li ho trovati molto motivati».

E il modulo? Mangia, si sa, utilizza un «sacchiano» ma dinamico 4-4-2, con possesso, fraseggio corto, palla bassa e squadra corta. «Non voglio sentir parlare di schemi o moduli perché quello che cercherò di trasmettere ai miei giocatori durante gli allenamenti sono i concetti. Se impari quelli poi puoi giocare tatticamente come vuoi, senza seguire sempre uno schieramento fisso».

Un altro tema importante che tiene banco, soprattutto d’estate, è il mercato. In entrata i nomi più gettonati sono quelli del centrale difensivo Matteo Bianchetti, dell’attaccante Leonardo Spinazzola e del centrocampista austriaco Marcel Buchel. Nelle ultime ore hanno preso corpo anche le ipotesi Stevanovic e Contini, assieme al sogno chiamato Matteo Ardemagni, il cui cartellino è gestito dall’Atalanta. Al ds Antonelli il compito di lavorarci sopra. Blindati invece Galano e Sciaudone che in un primo momento sembravano poter essere sacrificati.

Mangia però taglia corto sul delicato argomento dribblando ogni questione: «Fino a quando non si chiude il calciomercato preferisco non parlarne anche se devo ammettere che andrebbero consolidati tutti e tre i reparti. Dopo la chiusura delle operazioni la squadra che mi verrà affidata sarà la migliore del mondo e con quella lavorerò per ottenere i migliori risultati possibili».

Il ritorno di Francesco Ciccio Caputo, dopo i tredici mesi di squalifica, lascia aperta anche la faccenda legata alla fascia di capitano, nella scorsa stagione indossata da Marino Defendi. «Mi piace condividere queste decisioni con tutto lo spogliatoio anche se poi alla fine quello che decide sono io. Comunque, ho già le idee chiare in merito ma non è ancora il momento di discuterne».

L’ultima battuta della conferenza riguarda lo staff: «Mi affiancherà un gruppo numeroso, composto da preparatori atletici e tattici, tra cui i confermati Giovanni Loseto e Mirco Spedicato, mentre da quest’anno entrerà a far parte del nostro team anche la nuova figura del videoanalista».

Alla fine la squadra scende in corriera verso Ponte nelle Alpi, allo stadio «Umberto Orzes», ad un passo da Belluno, dove svolge una seduta di circa due ore. Oggi si dovrebbero tenere altri due allenamenti per i pugliesi, mattina e pomeriggio, ma il maltempo rischia di scombinare ulteriormente i piani dei biancorossi. La prima amichevole si disputerà invece sabato 19, alle 17, contro una rappresentativa locale. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione