Cerca

Petrucci: «Lo sport deve entrare nella Costituzione»

Il presidente del Coni, al termine dei lavori della Giunta nella sede del Foro Italico: «Credo sia doveroso politicamente studiare un sistema che ci possa dare la certezza automatica del finanziamento. L'intervento di Napolitano è un punto di partenza politicamente molto importante»
ROMA - «La parola sport deve entrare con qualche diritto nella Costituzione italiana». Queste le parole del presidente del Coni Gianni Petrucci al termine dei lavori della giunta del Coni riunitasi stamani alla sede del Foro Italico. Dopo le parole del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e del ministro dello Sport Giovanna Melandri anche il presidente del Coni Petrucci sottolinea l'importanza del valore sociale dello sport e spinge per un suo inserimento all'interno della Costituzione italiana. «Ho apprezzato molto gli interventi del presidente Napolitano e del ministro Melandri - ha aggiunto Petrucci - sul valore sociale dello sport, su un maggiore impegno all'interno delle scuole e sulla certezza del finanziamento automatico a favore dello sport. Credo sia doveroso politicamente studiare un sistema che ci possa dare la certezza automatica del finanziamento. L'intervento di Napolitano in questo senso è un punto di partenza politicamente molto importante».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400