Cerca

Calcio/Serie B - Lecce, giovedì presentato Papadopulo

Il nuovo allenatore parlerà domani alle ore 12 presso la sede di Via Templari. Alle 15 avvierà il lavoro di ripresa della preparazione con la squadra. Ha rilevato l'esonerato Zeman, che ha saputo la decisione del club quando era Praga, dove aveva raggiunto i suoi genitori, la vigilia di Natale
LECCE - La presentazione del nuovo allenatore del Lecce, Giuseppe Papadopulo, avrà luogo domani alle ore 12 presso la sede di Via Templari. Papadopulo, che ha rilevato l'esonerato Zeman, dopo la conferenza stampa, alle 15, avvierà il lavoro di ripresa della preparazione con la squadra.
La notizia dell'esonero Zdnek Zeman l'ha appresa a Praga, dove aveva raggiunto i suoi genitori, la vigilia di Natale. E lì ha saputo anche che sulla sua panchina siederà Giuseppe Papadopulo, che sarà presentato alla stampa nel primo pomeriggio di giovedì. Al tecnico boemo è stata fatale l'ultima sconfitta casalinga col Vicenza, ma l'idea del suo allontanamento era nata già dopo quella nel derby col Bari, ha detto oggi ai giornalisti il presidente del Lecce, Giovanni Semeraro. «In quella occasione - ha detto - Zeman aveva parlato di una partita giocata bene, che si aveva in mano, ma che alla fine abbiamo perso con 3 gol al passivo. Poteva anche essere un'affermazione simpatica, ma non utile, perché al di là dell'eventuale bel gioco bisogna anche badare ai risultati. A La Spezia si è vinto ma il gioco non è cambiato, abbiamo ancora sperato, poi è giunta la sconfitta di Vicenza. A quel punto non abbiamo più indugiato».
Insomma, la luna di miele tra Zeman e società si era ormai conclusa da qualche tempo, e anche il feeling con i tifosi, che pure l'avevano accolto come un idolo al suo ritorno a Lecce, si era ormai in parte consumato. Tanto che bordate consistenti di fischi si erano levate contro di lui nelle ultime due gare interne - entrambe con sconfitta - contro il Bari e il Vicenza.
Semeraro ha spiegato che a questo punto "se il cambio di guida andava fatto era opportuno farlo in questo momento di stop del campionato in cui ci sono, praticamente, 22 giorni a disposizione, anche per realizzare una 'campagna di riparazionè, d'intesa con il nuovo allenatore".
Ma la sconfitta di Zeman in questa sua breve avventura giallorossa è una sconfitta anche per Semeraro. Lo dice lui stesso quando ammette: «In fin dei conti questa è una mia sconfitta, poiché è mia responsabilità aver richiamato il tecnico boemo. Anche perchè due anni fa ci ha fatto vedere, nel girone d'andata, bel gioco seguito da risultati. In questa stagione purtroppo non ho visto lo stesso calcio né sono venuti i risultati. Forse la B è diversa, la campagna acquisti probabilmente non è stata quella giusta».
Insomma, il rischio della retrocessione ha avuto la meglio su qualsiasi altra considerazione, ma - ha detto ancora - «in tutta onestà, in quest'ultimo periodo non mi era sembrato di vedere il calcio che avrei voluto». A proposito del nuovo allenatore, Papadopulo, Semeraro ha detto: «E' un tecnico con il quale già in passato si era andati vicini ad un accordo. E' un allenatore di polso, che può dare una scossa, e riprendere in mano i ragazzi che a dire il vero ho visto scoraggiati negli ultimi tempi. La campagna di gennaio? Abbiamo delle idee ma concorderemo con il nuovo allenatore il da fare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400