Cerca

Basket Brindisi Zerini dice «no» alla nazionale

L’ala dell’Enel Basket, Andrea Zerini ha deciso di sottoporsi ad intervento chirurgico per la «pulizia» del ginocchio che, nel corso della stagione gli ha procurato non poche difficoltà. Ciò significa che non potrà marcare il cartellino della convocazione nella nazionale maggiore.
Basket Brindisi Zerini dice «no» alla nazionale
di FRANCO DE SIMONE

BRINDISI - L’elezione di Fernando Marino a presidente della Lega A se da un lato è il riconoscimento dell’opera svolta dal dirigente in seno alla «sua» Enel Basket, dall’altro è la voglia di quattordici presidenti di affidare il «rinnovamento» ad un giovane imprenditore che, di sicuro, ha le idee chiare su come gestire la Lega. E ben sapendo della sua abilità manageriale, in primis, farà di tutto affinchè anche Toti e Villalta, i due dirigenti che al momento del voto hanno preferito lasciare l’assemblea bolognese, possano condividere il progetto. «Il mio primo compito sarà telefonare ad entrambi per cercare di far condividere anche a loro il nuovo progetto dopo l'attrito iniziale». Chiaro, no? È scontato che il cammino che dovrà percorrere sarà difficile. Marino, però, nelle situazioni che nascondono insidie lotta con più fervore.

E di temi spinosi soprattutto quelli legati alle risorse e alla comunicazione, richiederanno il massimo sforzo. La riforma biennale di Marino parte dalla modifica dello statuto «con l'ampliamento dei poteri del presidente e del management; lo scioglimento delle commissioni; l'approvazione di un codice etico» e l'apertura immediata di un tavolo con la Federbasket per rinnovare la convenzione. Marino, però dovrà anche guardare alla sua squadra. Quella appena iniziata è la prima settimana estremamente impegnativa. Brindisi deve adempiere ad una serie di prescrizioni (anche economiche) che richiederanno uno sforzo di tutti i componenti il sodalizio. Al di là delle vicende societarie, sul fronte squadra si è appreso a malincuore della rinuncia di Andrea Zerini a partecipare agli allenamenti con la squadra nazionale.

L’ala fiorentina approfitterà di questo periodo di sosta per sottoporsi alla «pulizia» del ginocchio che, nel corso della stagione appena consegnata all’archivio, gli ha procurato non pochi fastidi. Sicuramente ha preferito sottoporsi adesso all’intervento, per poi presentarsi al meglio della condizione allorquando ad agosto sarà invitato a riprendere il lavoro con la sua squadra. Sul fronte mercato, stante il playoff scudetto appena iniziato, non ci sono novità di rilievo se non quelle della conferma che Phil Goss dalla Virtus Roma è andato a giocare nella laguna con la Reyer e che Po zz ecco è ufficialmente il coach di Varese. Non è ancora dato sapere quale sarà la società che prenderà il posto della Mens Sana Siena in Lega A; molto probabilmente, sarà la società siciliana che il «Poz» ha appena lasciato: l’Orlandina. È altrettanto certo che agenzie, procuratori e general manager continuano a tenere ben salde le reti dei contatti. S’aspetta che qualcuno cali le pretese, probabilmente eccessive stante il momento che molte società vivono; ma anche di sapere con certezza se, ad esempio, Brindisi, vedrà accettata la domanda di partecipazione all’Eurocup.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400