Cerca

Calcio/Squalifiche - Un turno a Juliano del Lecce

Stop anche per Manfredini del Bologna. Cinque giornate a Nedved (Juve): ha calpestato volontariamente la caviglia di un avversario e dopo l'espulsione ha rivolto all'arbitro una frase irriguardosa, calpestandogli un piede. Una gara (e porte chiuse) al campo del Napoli. I provvedimenti in serie C
Pavel NedvedMILANO - Mano pesante del giudice sportivo su Pavel Nedved. Il centrocampista dalla Juventus è stato squalificato per 5 giornate. Nel dispositivo della sentenza la pesante squalifica è motivata dal fatto che il giocatore avrebbe protestato nei confronti degli Ufficiali di gara.
Nedved, già diffidato (quarta sanzione) ha, al 47' del secondo tempo dell'incontro Genoa-Juventus di venerdì scorso, calpestato volontariamente la caviglia di un avversario. Il calciatore ha altresì, all'atto della consequenziale espulsione, rivolto all'arbitro, con atteggiamento provocatorio, una frase irriguardosa, calpestandogli un piede, senza conseguenze lesive.
La società bianconera è stata multata di 25mila euro.
Secondo il giudice sportivo «i suoi sostenitori hanno, nel corso della gara, nel proprio settore, fatto esplodere numerosi petardi e acceso numerosi bengala e fumogeni. Si sono impadroniti, alla fine del primo tempo, di un idrante, dirigendone il getto d'acqua, per circa cinque minuti, verso la tifoseria avversaria e verso le forze dell'ordine. Un tesserato allo stato non identificato ha, al termine della gara, lanciato dall'area tecnica una bottiglietta che colpiva un Assistente ad un piede, senza conseguenze».

Nel dispositivo del giudice sportivo si legge che Nedved, al 47' del secondo tempo «ha calpestato volontariamente la caviglia di un avversario e all'atto della consequenziale espulsione ha rivolto all'arbitro, con atteggiamento provocatorio, una frase irriguardosa, calpestandogli un piede, senza conseguenze lesive».

12 GIOCATORI SQUALIFICATI IN SERIE A
Sono undici i giocatori di serie A squalificati, tutti per un turno, dal giudice sportivo in relazione alle gare della 14/a giornata di andata. Si tratta di: Maicon e Vieira (Inter) Antonini e Codrea (Siena) Zanchi, Iuliano e De Vezze (Messina) Donati (Atalanta) Lanzaro (Reggina) Pirlo (Milan) Di Loreto (Torino). Alla luce del supplemento del rapporto arbitrale su Ascoli-Catania Tosel ha poi sospeso per un turno anche il giocatore bianconero Michelangelo Minieri.
Questo l'elenco dei diffidati: Caserta (Catania), Obinna (Chievo), Bjelanovic, Cudini e Fontana (Ascoli), Bombardini (Atalanta), Cassetti e Mexes (Roma), Pasquale (Livorno), Stendardo (Lazio) e il preparatore del Milan Daniele Tognaccini.
Per quanto riguarda le ammende, significative quelle inflitte a Roma e Atalanta dopo la gara dell'Olimpico. Alla società giallorossa 10.000 euro e a quella bergamasca 7.000, motivate entrambe da lancio di fumogeni e petardi. Sempre per quanto riguarda Roma-Atalanta, Cristiano Doni è stato multato di 7.000 euro per aver rivolto 'una frase dal tenore irrispettosò a un guardalinee.

I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI IN SERIE B
Sono sedici i giocatori di serie B fermati dal giudice sportivo, Gianpaolo Tosel, dopo le gare della 14esima giornata. Ben cinque le giornate di squalifica inflitte al centrocampista della Juventus, Pavel Nedved, due invece i turni di stop per il crotonese Jaroslav Sedivec. Tutti gli altri sono stati fermati per un solo turno, si tratta di: De Falco (Pescara), Del Prato (Albinoleffe), Maldonado (Napoli), Balzaretti e Birindelli (Juventus), Frara e Gorzegno (Spezia), Manfredini (Bologna), Martinelli (Vicenza), Milone (Rimini), Pagani (Frosinone), Rossi (Crotone), Viali (Treviso) e Juliano (Lecce). Squalificato per un turno (con ammonizione e ammenda di 2.000,00 euro) anche Michelangelo Rampulla, allenatore dei portieri della Juventus. Per quanto rioguarda i provvedimenti a carico delle società, un turno di squalifica al campo (con obbligo di disputa a porte chiuse) e 5.000,00 euro di ammenda per il Napoli. Forti multe con diffida per Genoa e Juventus, punite con ammende di 25.000,00 euro per il comportamento delle due tifoserie nella sfida di venerdì scorso. Le altre società multate sono Arezzo (8.000,00), Lecce (6.000,00), Bologna (2.500,00), Treviso (2.500,00), Bari (2.000,00), Crotone (2.000,00), Cesena (1.500,00), Frosinone (1.500,00), Verona (1.500,00), Spezia (1.000,00) e Vicenza (1.000,00).

PROVVEDIMENTI IN SERIE C1 - Il giudice sportivo Pasquale Marino, in merito alle partite della 14^ giornata di serie C1, ha squalificato 30 giocatori. Per una giornata fermati Iennaco, Frezza (Gallipoli), Leone, Scro (Lanciano), Anzalone (Ravenna), Schettino (Teramo), Zanetti (Foggia), Scartozzi (Giulianova), Mariniello (Juve Stabia), Bonvissuto (Manfredonia), Vanin (Perugia), Sciaccaluga (Ravenna), Lanzara (Salernitana), Diagouraga (Sambenedettese); Dalrio (Sangiovannese), Prosperi (Taranto). Tra le società ammende a Giulianova, Juve Stabia, Manfredonia, Taranto (1.500 euro), Foggia (1.000 euro), Avellino (800 euro), Ravenna, Salernitana, (500 euro), Perugia (300 euro), Sangiovannese (200 euro), Cavese (1.500 euro).

PROVVEDIMENTI IN SERIE C2 - Il giudice sportivo Pasquale Marino, in merito alle partite della 14^ giornata di serie C2, ha squalificato per tre partite Grando (Gela) e per una Parlagreco, Mancini (Gela); Fona (Igea Virtus), Cuomo (Melfi), Lolaico (Potenza), Zini (Catanzaro), Ciano (Pro Vasto), D'Ambrosio (Real Marcianise), Dionisi (Rieti), Bianchi, Fusaro (Val di Sangro). Tra gli allenatori stop di due giornate a Sorbello (Gela) e un turno a Giugno (Rende). Tra le società ammende a Nocerina (5.000 euro), Benevento (800 euro), Monopoli (500 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400