Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 05:47

Basket - Taranto scatenato a Parma

Nella 9ª giornata della serie A1, le crassine allenate da Corno, dopo aver vinto in Europa giovedì sera, rovinano la festa alla squadra di Scanzani, sino alla vigilia imbattuta in campionato al pari di Faenza. Dopo otto successi di fila, Dacic e compagne si arrendono per 55-72. Ioniche al quarto posto
LAVEZZINI PARMA-PASTA AMBRA TARANTO 55-72 (16-19, 27-41, 40-51)

LAVEZZINI PARMA - Maiorano 4, Bello 1, Corbani 4, Battisodo, Podrug 13, Van Malderen 4, Mahoney 7, Gibertini ne, Screen 7, Dacic 15 (coach Scanzani);
PASTA AMBRA TARANTO - Balleggi 17, Sanchez 6, Greco 6, Zimerle 7, Russo ne, Longin 19, Summerton 4, Bjelica 13, Bonafede, Di Gregorio ne (coach Corno).
ARBITRI - Riosa (TS) e Bartoli (TS).

PARMA - La Pasta Ambra Taranto spezza le ali alla Lavezzini Parma espugnando il PalaCiti. Le crassine allenate da Aldo Corno - dopo aver vinto a Tarbes giovedì sera - rovinano la festa alla squadra di coach Scanzani, sino alla vigilia imbattuta in campionato al pari di Faenza. Dopo otto successi di fila, Dacic e compagne si arrendono alla comitiva jonica. Bella e determinata la Pasta Ambra che tocca le sette vittorie consecutive nella "regular season" di serie A/1. Top-scorer del match la rossoblu Korana Longin. Per lei 19 punti e complimenti di Corno a fine incontro.
La gara. Parma comincia con Bello, Podrug, Mahoney, Screen, Dacic. Taranto risponde con Balleggi, Zimerle, Longin, Summerton e Bjalica. Buona la partenza delle crassine (9-4), a suonare la carica è l'ex Balleggi che corre da una parte all'altra del campo. Una tripla di Bjelica dà fiducia al gruppo (12-6, 6') che crede nel colpo. Parma però non molla la presa: prima riduce lo svantaggio, poi agguanta il pari (16-16). Nel clan rossoblu, Longin si difende bene sotto le plance. Primi cambi: dentro Greco per Zimerle, e Battisodo per Bello. La Pasta Ambra reagisce. Proprio un paio di guizzi della croata Longin regalano il 19-16 (fine prima frazione).
All'inizio del secondo quarto Taranto lascia poca iniziativa alle emiliane: la difesa funziona. Greco si mette in evidenza. Il parziale è importante: 6-0. Ancora una "bomba" della Bjelica - che recupera anche palloni in mezzo al campo - mette il turbo al Cras: 28-18. Taranto raggiunge il +13 al 6'. Tra le locali solo Podrug e Dacic superano la sufficienza e cercano di trascinare la squadra di Scanzani. Corno gioca anche le carte Sanchez e Bonafede. La spagnola dà lezioni di tiro alle avversarie. La Pasta Ambra continua a spingere, andando così negli spogliatoi sul 41-27.
Taranto su di giri anche nel terzo periodo. Zimerle regala altri tre punti pesanti (46-29). Scanzani chiama time-out, ma le cose non cambiano. Qualche secondo dopo arriva anche il +19. Difficile per Parma "annullare" Longin e Balleggi che dominano sotto canestro. Greco rientra in campo al posto di Zimerle. Parma però insiste, e recupera qualcosa negli ultimi 3' (il parziale è di 7-0): la zona a tutto campo di Scanzani (Corbani sugli scudi) dà i suoi frutti. Il terzo fraziale si conclude sul 51-40 per le tarantine.
Si lotta anche nell'ultimo quarto. Taranto è sempre davanti, ma Parma tenta il tutto per tutto. Al 4' il Cras conduce per 61-47, ma viene espulsa Greco: l'italo-americana si innervosisce dopo un contrasto con Bello e lascia il parquet. Una tripla della Bjelica fa impazzire i tifosi rossoblu, che già pregustano il successo (68-51, 7'). Nei restanti minuti la Pasta Ambra - ben orchestrata da Zimerle - controlla la situazione. La partita finisce 72-55. E giunge la prima sconfitta stagionale in campionato per la Lavezzini Parma.
"La nostra supremazia sotto canestro - ha commentato coach Corno dopo la gara - ha fatto la differenza: Longin ha dimostrato di essere una grande giocatrice, vincendo il duello con la Dacic...Sono comunque molto contento perchè tutta la squadra ha girato bene".
Ora c'è un'altra fatica di "Europe Cup": giovedì sera si rigioca. E la posta in palio è di nuovo altissima: serve un altro successo, così Taranto chiuderà con il Leon la pratica "sedicesimi di finale" con un esaltante primo posto nel girone "D".

SERIE A1 FEMMINILE - 9ª giornata Andata

Mercede Alghero-Trogylos Priolo 52-82 2/12
Phard Napoli Famula-Wuber Schio 71-68 dt1s 2/12
Basket Cavezzo-Pool Comense 59-66
Maddaloni Basket-Carispe La Spezia 66-78
Virtus Viterbo-Banco di Sicilia Ribera 60-58 dt1s
Umana Venezia New Wash Montigarda 74-44
Germano Zama Faenza San Raffaele Roma 70-65
Lavezzini Parma Pasta Ambra Taranto 55-72

Classifica

Legenda: squadra, punti, partite giocate, vinte, perse

Germano Zama Faenza 18 9 9 0
Phard Napoli 16 9 8 1
Lavezzini Parma 16 9 8 1
Pasta Ambra Taranto 14 9 7 2
Trogylos Priolo 12 9 6 3
Virtus Viterbo 12 9 6 3
Famila Wuber Schio 10 9 5 4
Carispe La Spezia 10 9 5 4
Umana Venezia 10 9 5 4
New Wash Montigarda 10 9 5 4
Banco di Sicilia Ribera 4 9 2 7
San Raffaele Roma 4 9 2 7
Maddaloni Basket 2 9 1 8
Pool Comense 2 9 1 8
Mercede Alghero 1 9 1 8
Basket Cavezzo 0 9 0 9

PROSSIMO TURNO: 10ª giornata Andata (10/12/2006, ore 18:00)

Famila Wuber Schio Umana Venezia
Trogylos Priolo Germano Zama Faenza
San Raffaele Roma Virtus Viterbo
Banco di Sicilia Ribera Lavezzini Parma
Pasta Ambra Taranto Maddaloni Basket
Carispe La Spezia Phard Napoli
New Wash Montigarda Basket Cavezzo
Pool Comense Mercede Alghero Ore 20:30

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione