Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 12:08

Calcio/Serie B - C'è Lecce-Brescia. Zeman già attacca

Il tecnico boemo prima parla della partita (lunedì, ore 20,45), poi si scatena. Sulla gara: «Preferisco non guardare la classifica. Se giochiamo bene, possiamo affrontare qualsiasi squadra». Poi sulle lamentele della Juve: «Forse pensa al trattamento che riceveva prima ed ora si considera vittima»
LECCE - Il Lecce affronterà domani sera il posticipo col Brescia cercando di allontanarsi dalla zona play out. «Preferisco non guardare la classifica -dice l'allenatore, Zdenek Zeman - anche i risultati di sabato hanno confermato l'equilibrio che vi è in vetta ed in coda. Ecco perché insisto col dire che se giochiamo bene, possiamo affrontare qualsiasi squadra. Il gruppo comunque è motivato, sa di dovere e poter migliorare e si applica. Certo qualche problema lo abbiamo, ma sappiamo di poterlo risolvere».
I giocatori del Brescia, che ebbero l'anno scorso Zeman alla loro guida lo hanno criticato per alcune dichiarazioni che il tecnico fece sui giornali. Zeman replica: «Ho trovato un gruppo abituato a lavorare in un certo modo: è normale che il mio arrivo, con i miei metodi, abbia mutato gli equilibri. La squadra ha provato ad ottenere dei risultati e, quando ha visto che non venivano, ha mollato, non ci ha più creduto. Le cose che ho dette sui giornali, e di cui si sono lamentati, le avevo detto più volte nello spogliatoio».
Zeman ha anche parlato dell'esperimento telecamere davanti alle porte e delle lamentele della Juve per gli arbitraggi. Sulle telecamere, il boemo ha detto: «Il calcio è bello anche quando convive con l'imprevedibilità dell'errore umano. Se c'è un'azione dubbia ogni due-tre mesi è inutile introdurre questi sistemi, perché l'errore ci può essere. Insomma, se c'è onestà da parte di tutti non vi è alcun problema. Se invece si pensa ad errori clamorosi o voluti, il discorso cambia».
Quanto alle lamentele della Juve: «Forse si lamenta pensando al trattamento che riceveva prima ed ora si considera vittima. Comunque gli errori li subiscono tutti. E' capitato a noi la scorsa settimana quando Diamoutene ha commesso due falli in più di un'ora, ha subito due ammonizioni ed è stato espulso; giocatori bianconeri hanno commesso 6 falli, e non sono stati ammoniti. Non avrebbe più motivo di lamentarsi la Triestina per il gol ingiustamente annullato proprio contro i bianconeri? La Juventus ha pronto un dossier sui torti arbitrali subiti? Non vorrei che si puntasse ad influenzare federazione e arbitri». Se imbocchiamo questa strada peraltro tutte le società avrebbero argomenti per presentare un loro dossier».
Infine, a proposito del timore del presidente del Palermo, Zamparini, secondo cui Calciopoli non sia stata ancora debellata, commenta: «Se c'era un sistema, non basta avere eliminato solo due sole persone, perché in due non si fa sistema. Può darsi che quel sistema non sia stato eliminato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione