Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 00:40

L'arbitro guastafeste Bari-Latina 2-2 Domani gara di ritorno E per il ct leccese Lerda squalifica sino a fine anno

BARI - Nella gara di andata della semifinale dei playoff promozione di serie B, il Bari pareggia 2-2 col Latina al San Nicola davanti a 55mila spettatori (50.895 paganti, record per la serie B). Il risultato consente ai biancorossi di sperare ancora nell'accesso alla finale, ma per qualificarsi i biancorossi dovranno vincere nella gara di ritorno in programma a Latina mercoledì 11 alle ore 20,30. Il risultato è stato però pesantemente condizionato dalla direzione di gara di Ostinelli di Como, soprattutto in occasione della rete che ha consentito agli ospiti di passare in vantaggio al 22' sugli sviluppi di un calcio d'angolo. (Foto Luca Turi) {5:1829"I momenti salienti"}
Paparesta alla Gazzetta: «Squadra e tifosi orgoglio di Bari»
IL COMMENTO - La prova di maturità di una squadra da applausi di Gaetano Campione
L'arbitro guastafeste Bari-Latina 2-2 Domani gara di ritorno E per il ct leccese Lerda squalifica sino a fine anno
BARI-LATINA 2-2 (0-1 nel primo tempo)

BARI (4-3-3): Guarna 6.5; Sabelli 6.5, Ceppitelli 6 (1' st Samnick 6), Polenta 6, Calderoni 6; Sciaudone 6, Fossati 6, Galano 5 (1' st Delvecchio 6); Joao Silva 7.5, Cani 7, Defendi 6. In panchina: Lugo Martinez, Albadoro, Pena, Chiosa, Leonetti, Zanon, Beltrame. Allenatore: Alberti 7.
LATINA (3-5-2): Iacobucci 5; Milani 6, Cottafava 5.5, Esposito 6; Brosco 7, Crimi 6.5 (9' st Ristovski 7), Viviani 5.5 (39' Cisotti sv), Bruno 7, Alhassan 6.5; Jefferson 7 (17' st Laribi sv), Jonathas 7. In panchina: Tozzo, Ricciardi, Gerbo, Bruscagin, Ghezzal, Morrone. Allenatore: Breda 5.
ARBITRO: Ostinelli di Como 4.
RETI: 22' pt autogol di Polenta; 22' st Cani, 34' st Joao Silva, 46' st Ristovski.
NOTE: giornata praticamente estiva; terreno in discrete condizioni. Spettatori 55 mila circa. Allontanati dal campo, per proteste, il team manager e il presidente del Latina. Ammoniti: Crimi, Cottafava, Samnick, Delvecchio. Angoli: 7-3 per il Bari. Recupero: 3'; 4'.  

BARI - Nella gara di andata della semifinale dei playoff promozione di serie B, il Bari pareggia 2-2 col Latina al San Nicola davanti a 55mila spettatori (50.846 paganti). Il risultato consente ai biancorossi di sperare ancora nell'accesso alla finale, ma per qualificarsi i biancorossi dovranno vincere nella gara di ritorno in programma a Latina mercoledì 11 alle ore 20,30. 

Il risultato è stato però pesantemente condizionato dalla direzione di gara di Ostinelli di Como, soprattutto in occasione della rete che ha consentito agli ospiti di passare in vantaggio al 22' sugli sviluppi di un calcio d'angolo. L'ultimo tocco, beffardo, di una incredibile carambola è stato di Polenta, ma gli arbitri (compreso l'assistente di porta) non hanno ravvisato un netto fallo di Crimi sul portiere barese Guarna.

Nonostante l'inizio ad handicap, sostenuti dal tifo assordante dei tifosi (splendida la scenografia ad inizio gara,  con cinquantamila cartelli bianchi e rossi e un mega striscione in curva nord raffigurante San Nicola; sulla balconata della nord è stato esposto anche uno striscione con scritto "Avanti Bari non mollare"), i biancorossi nella ripresa hanno ribaltato la situazione con i gol di Cani (67'), di testa, e di Joao Silva (79'), con una zampata dopo un rimpallo fortunato. Il Bari ha anche reclamato due penalty per un fallo di mano di Brosco in area e per un atterramento a due passi dalla porta di Joao Silva.

Lo stadio ha assaporato il successo, che sarebbe stato preziosissimo in vista della partita di ritorno, ma nel recupero l'altro ex Ristovski (91') ha castigato i padroni di casa (per la gioia dei circa mille tifosi giunti dal Lazio) ammutolendo i 55mila del San Nicola, e raggiungendo il 2-2, risultato che permette al Latina di avere a disposizione due risultati su tre fra nel ritornoi. Anche in caso di parità al 90' (non sono previsti i tempi supplementari) passerebbero infatti gli uomini allenati da Breda, piazzatisi meglio in classifica al termine del campionato.  

Insomma, al club presieduto da Paparesta, e sostenuto da un'intera città, serve vincere. Sperando nel recupero degli infortunati, a partire da Galano e Ceppitelli, e in un arbitraggio all'altezza. Mancherà Delvecchio per squalifica. Proprio Paparesta è determinato: "Il pareggio ci tiene con i piedi per terra. Dobbiamo vincere al Francioni per passare il turno. Il primo gol del Latina? Da ex arbitro non commento, le immagini parlano chiaro".

Nell'altra semifinale, Modena-Cesena 0-1 (Marilungo al 18').

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione