Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 04:14

Volley Uomini - Italia Germania 3-0

Ottimo esordio degli Azzurri alle selezioni dei Mondiali in Giappone, nel girone F ad Hiroshima. Domenica 26 novembre la seconda partita, alle 10 contro la nazionale di Cuba • Le partite, la classifica provvisoria ed il calendario degli incontri
Italia ok con la Germania. La Nazionale maschile di pallavolo vince 3-0 contro la selezione tedesca nella prima gara valida per la seconda fase dei Mondiali in Giappone. Questi i parziali in favore degli azzurri di Montali: 23-25, 22-25, 16-25. Domani secondo impegno per l'Italia, alle ore 10, contro Cuba.

ITALIA-GERMANIA 3-0
(25-23, 25-22, 25-16)


• ITALIA: Semenzato 4, Fei 17, Cisolla 11, Mastrangelo 4, Vermiglio 1, Papi 5. Libero: Corsano. Savani.
Non entrati: Cozzi, Lasko, Cernic, Coscione.
Allenatore: Montali.

• GERMANIA: Pampel 14, Popp 10, Hubner 4, Tischer 2, Andrae 11, Bergmann 6. Libero: Kroger. Schops, Siebeck, Dehne, Walter.
Non entrati: Kromm.
Allenatore: Moculescu.

• ARBITRI: Hobor (Ungheria) e Polkin (Russia).
• Spettatori: 1500
• Durata set: 27', 23', 21'.
• Italia: battute sbagliate 4, vincenti 4, muri 8, errori 9.
• Germania: bs 16, v 2, m 2, e 15.

Volley uomini - Italia Germania Mondiali Giappone HIROSHIMA (Giappone) - L'Italia c'è. Gli azzurri con una prova concreta e convincente hanno superato per 3-0 la Germania e colto la quinta vittoria consecutiva. Un risultato importante nella prima gara della seconda fase, una chiara risposta alle nette affermazioni colte nella "Green Arena" di Hiroshima da Bulgaria, Brasile e Francia, le vere rivali nella corsa alla zona medaglie.
È stata una bella Italia, che ha trovato nella regia di Vermiglio, nelle ricezioni di Corsano, nei potenti attacchi di Cisolla e Papi le armi per buttare giù la squadra tedesca, che anche nella sconfitta ha confermato di giocare una buona pallavolo. Un match intenso, forse non spettacolare, ma giocato senza risparmio da entrambe le formazioni.
Primo set molto combattuto, con l'Italia che scatta avanti, arriva sul 7-3, ha l'occasione di allungare ancora, ma non la sfrutta. La Germania si riporta ad una lunghezza. Poi allungano ancora gli azzurri sino al 18-13, ma un ottimo turno in battuta di Schops frutta quattro punti e riapre il parziale. Il finale è equilibrato, la Germania impatta sul 21-21, si procede punto a punto sino a che un errore di Pampel regala all'Italia il 25-23.
Molto intenso il secondo parziale, rimasto sul filo dell'equilibrio, del punto a punto sino alla conclusione. L'Italia, molto più regolare in attacco, è stata sempre in vantaggio sino al 25-22 siglato con un bel diagonale in mezzo al campo dal posto 2 di Fei.
Nel terzo set la squadra di Montali diventa padrona del campo, perché la Germania ha speso molto a livello nervoso per riuscire a stare alla pari con gli azzurri nei primi due set e comincia a sbagliare con frequenza. Al contrario, la formazione targata Fipav cresce, continua a macinare gioco e porta a casa un 25-16, che potrebbe essere importante in caso di arrivo al quoziente punti, alla fine della seconda fase.
Domani alle 10 c'è la partita contro Cuba, presentatasi ai Mondiali con una formazione giovanissima, per giunta priva di Juantorena, fermato alla vigilia del torneo per essere risultato positivo ad un controllo antidoping in estate. Vincere, per Papi e compagni, è un imperativo per poi giocarsi tutte le chance di entrare in zona medaglie nei due scontri che concluderanno la seconda fase con Brasile e Francia.
Secondo Andrea Semenzato, «per due set la partita è stata molto tirata, poi abbiamo preso il sopravvento e nel terzo set è stato tutto più agevole. È una bella vittoria, che ci da fiducia e morale in vista delle prossime gare».
«L'inizio non è stato facile - dice invece Alessandro Fei - perché la Germania ha confermato quanto di buono aveva fatto nella prima fase. Noi abbiamo sbagliato qualcosa nel primo set, poi nel secondo siamo stati bravi a mantenere la concentrazione».
Alberto Cisolla sottolinea che è stata «una vittoria importante, visti i risultati delle altre squadre. Dovevamo cercare di vincere nettamente e ci siamo riusciti. Il 25-16 del terzo set potrebbe risultare prezioso nel proseguimento del Mondiale».
Mirco Corsano pensa già all'immediato futuro: «quella di domani con Cuba è una gara molto importante - sottolinea - e da vincere a tutti i costi per poi giocarci tutte le nostre chances nelle ultime due partite con Brasile e Francia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione