Cerca

Basket - Taranto, vita facile con il Letzebueg

E' finita, come doveva finire, con una vittoria schiacciante. Non c'è stata però l'annunciata "scorpacciata" di punti contro il fanalino di coda del girone "D. Il Cras Basket, "griffato" Provincia di Taranto in versione Europe Cup, non va oltre il 90-57 contro le lussemburghesi
CRAS BASKET TARANTO- BASKETBALL TEAM LETZEBUERG 90-57 (18-11, 41-26, 62-38)

CRAS BASKET TARANTO - Balleggi 15, Sanchez 20, Greco 7, Zimerle 13, Russo ne, Longin 9, Summerton 14, Bjelica 18, Prado ne, Bonafede 3, Di Gregorio ne (coach Corno).
BASKETBALL TEAM LETZEBUERG - Koch 2, Margue, Skegro 15, Debra 5, Kugener 6, Kohnen, Stowe 24, Schaefers, Unran ne, Claens 5 (coach Hermann).
ARBITRI - Spendl (CRO) e Kremer (GER).

E' finita, come doveva finire. Con una vittoria schiacciante. Non c'è stata però l'annunciata "scorpacciata" di punti contro il fanalino di coda del girone "D", il Basketball Letzebuerg.
Il Cras Basket, "griffato" Provincia di Taranto in versione Europe Cup, non va oltre il 90-57 contro le lussemburghesi.
La gara. Corno fa scendere in campo Balleggi, Sanchez, Greco, Summerton e Bjelica; il suo collega Hermann, invece, Koch, Skegro, Debra, Stowe, Claes.
Il primo punto è ospite: Stowe mette dentro uno dei due tiri liberi. Le lussembughesi però ci prendono gusto e si portano addirittura sul 5-4 al 4'.
Il Cras Basket aggiusta la mira ed inizia a carburare (10-5, 5'). Ma le avversarie non hanno nessuna intenzione di cedere le armi anzitempo (9-10 dopo un mini parziale di 4-0). Corno sostituisce Bjelica con Zimerle, Balleggi (già due falli) con Longin, e poi la Sanchez con Bonafede. Il vantaggio comincia a prendere corpo (14-9), ma le joniche appaiono poco brillanti, sbagliando più del dovuto. Una tripla - in chiusura di parziale - della Sanchez (rientrata in campo) regala il 18-11.
Il Cras stenta anche all'inizio del secondo quarto (23-20, 4'). Troppe le imperfezioni, considerato il modesto valore tecnico del Letzebuerg. Qualcosa inizia a cambiare dal 5' in poi: le crassine si ricordano di essere più forti e tramortiscono le ospiti con un parziale di 8-0 (35-22, 9'). Si va all'intervallo sul 41-26, ma il più arrabbiato di tutti è il coach rossoblu Corno che da questa partita si aspetta molti più punti, tenendo conto del discorso legato alla differenza-canestri. Le percentuali, infatti, non sono incoraggianti (38% da "2" e 33% da "3").
Nel terzo quarto il Cras continua ad aumentare il vantaggio nei confronti del Letzebuerg: +17 (4'),+21 (8'), fino al +24 (fine frazione).
Nel quarto ed ultimo periodo il Cras Basket è sempre impegnato nella sua "corsa al canestro". Sanchez e Bjelica sono le più ispirate (75-45, 4'). La spagnola si conferma "cecchina" dal tiro da tre.
Alla fine delle ostilità giunge un +33. Il pubblico del PalaMazzola comunque si è divertito. Le altre concorrenti del Cras (Leon e Tarbes) con il Letzebuerg avevano piazzato parziali più robusti: rispettivamente +35 e +49. Ma va bene così... e intanto domenica è di nuovo campionato di A/1.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400