Martedì 14 Agosto 2018 | 21:14

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Basket - Taranto, colpo grosso a Ribera

Nella 7ª giornata dell'A1 femminile, la Pasta Ambra coglie un successo (83-74) che dà morale al gruppo allenato da Aldo Corno dopo la disfatta europea di Leon. Quinta vittoria consecutiva in campionato: le ioniche in classifica (10 punti) subito dopo il terzetto di testa (Napoli, Faenza e Parma 14)
BANCO DI SICILIA RIBERA-PASTA AMBRA TARANTO 74-83 (18-20, 37-44, 59-59)

BANCO DI SICILIA RIBERA - Antonelli ne, Macchi 25, Zanoni 6, Skrastina 1, Schultze 2, Falauto ne, Stabile 4, Zanon 19, Jacobs 9, Moore 8 (coach Lambruschi);
PASTA AMBRA TARANTO - Balleggi 9, Sanchez 12, Greco 7, Zimerle 5, Russo ne, Longin 9, Summerton 19, Bjelica 20, Prado ne, Bonafede 2 (coach Corno).
ARBITRI - Ceratto (AL) e Rostain (TO).

Autentica "battaglia" al PalaTornambè di Ribera. A conquistare i due punti è la Pasta Ambra Taranto che ritorna in riva allo Jonio con un successo che dà morale e fiducia al gruppo allenato da Aldo Corno. Dimenticata la disfatta di Leon con una prestazione coraggiosa che vale la quinta vittoria consecutiva nel campionato di A/1. Onore anche al Ribera, che ha lottato sino alla fine facendo tutto il possibile per invertire la rotta del match.
La gara. Lambruschi comincia con Macchi, Zanoni, Zanon, Jacobs, Moore. Corno risponde invece con Balleggi, Sanchez, Zimerle, Longin, Summerton. Entrambi i quintetti sono reduci dai rispettivi impegni di "Europe Cup", in Spagna.
Taranto determinato sin dai primi minuti (6-2), ma anche Ribera non scherza. Due triple locali (Jacobs, Macchi) ribaltano la situazione: squadra siciliana sul 7-6. A metà parziale c'è equilibrio, ma un acuto dell'australiana Summerton (2+1) riporta in vantaggio le ospiti (13-10). Iniziano i cambi da una parte e dall'altra: Lambruschi dà spazio a Stabile; Corno a Greco, Bonafede e Bjelica. La Pasta Ambra prende l'iniziativa, ma il Banco di Sicilia risponde colpo su colpo. Sono però le crassine a chiudere la prima frazione con il sorriso (20-18).
Joniche votate all'attacco anche nel secondo periodo, isolane sempre "incollate" al risultato. Difficile prendere il largo con una difesa asfissiante come quella messa in campo da Lambruschi. Anzi, il Ribera opera il sorpasso al 2' (28-26). Con il passare dei minuti le rossoblu riprendono in mano la situazione (32-28, 5'), ma non riescono a "staccare" le avversarie. Una tripla dell'ex Zanon fissa il punteggio in parità (34-34). Comunque momentaneo, perchè Taranto finalmente mette il turbo (accelerazioni di Bjelica e Summerton) e va negli spogliatoi sul 44-37.
Corno riparte nel 3° tempo con Balleggi, Greco, Zimerle, Longin, Summerton. Il Ribera è intenzionato però a non regalare nulla alle joniche. Macchi e Zanon, infatti, suonano la carica. Il ritmo si alza. Il vantaggio rossoblu si assottiglia (+1 rispetto al +7 dell'intervallo, 5'). Proprio la Zanon dà un grattaccapo a Lambruschi: viene sostituita da Stabile. Riemerge quindi l'equilibrio, risultato in bilico (52-52). La Pasta Ambra ha un altro ritorno di fiamma, ma puntualmente Ribera reagisce con Jacobs e Macchi. Il terzo periodo si chiude sul 59-59.
Ultima frazione decisiva per tutte e due le formazioni. Ribera e Taranto non si risparmiano, anche se nei primi due minuti nessuno va a canestro. E' Rosi Sanchez che rompe il digiuno con una tripla. Le rosssoblu sono più concentrate. Al 4' la Pasta Ambra ha sette lunghezze di vantaggio (68-61) sul Banco di Sicilia ma non è tranquilla. Campanello d'allarme in casa tarantina: la Balleggi è out per cinque falli. Lambruschi rimette nella mischia l'ex Zanon. Qualcosa cambia: il Ribera si riavvicina (-2). Il match si riapre al 6' (68-68). Una tripla pesantissima di Zimerle fa vedere di nuovo la luce al Cras Basket (71-68), ma la partita non è finita. A 90 secondi dal suono della sirena le joniche sono sul +5: brava Summerton a sfruttare un errore di Macchi. Gli ultimi secondi sono tutti di marca rossoblu. La Pasta Ambra allunga il passo e conclude l'insidiosa trasferta sul risultato di 83-74.

SERIE A1 DONNE - 7ª giornata

Mercede Alghero Carispe La Spezia 69-67 dt1s
Germano Zama Faenza Pool Comense 75-54
Basket Cavezzo Lavezzini Parma 69-77
San Raffaele Roma New Wash Montigarda 72-83
Phard Napoli Maddaloni Basket 81-65
Banco di Sicilia Ribera Pasta Ambra Taranto 74-83
Virtus Viterbo Famila Wuber Schio 74-71
Umana Venezia Trogylos Priolo 55-63

CLASSIFICA

Legenda (squadra, punti, partite giocate, vinte, perse)

1. Phard Napoli 14 7 7 0
2. Germano Zama Faenza 14 7 7 0
3. Lavezzini Parma 14 7 7 0
4. Famila Wuber Schio 10 7 5 2
5. Pasta Ambra Taranto 10 7 5 2
6. Virtus Viterbo 10 7 5 2
7. Trogylos Priolo 8 7 4 3
8. New Wash Montigarda 8 7 4 3
9. Carispe La Spezia 6 7 3 4
10. Umana Venezia 6 7 3 4
11. Banco di Sicilia Ribera 4 7 2 5
12. San Raffaele Roma 4 7 2 5
13. Mercede Alghero 1 7 1 6
14. Maddaloni Basket 0 7 0 7
15. Pool Comense 0 7 0 7
16. Basket Cavezzo 0 7 0 7

PROSSIMO TURNO: 8ª giornata (26/11/2006, ore 18:00)

Famila Wuber Schio-Germano Zama Faenza 25/11/2006 Ore 20:30
Trogylos Priolo-Phard Napoli
San Raffaele Roma-Umana Venezia
Maddaloni Basket-Mercede Alghero
Pasta Ambra Taranto-Virtus Viterbo
Carispe La Spezia-Basket Cavezzo
New Wash Montigarda-Banco di Sicilia Ribera
Pool Comense-Lavezzini Parma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS