Cerca

Basket: Enel Brindisi battuta a Sassari

SASSARI – Con una partenza a razzo, segnata dai numeri record del suo uomo migliore, Drake Diener, la Dinamo Banco di Sardegna Sassari passeggia contro un Enel Brindisi totalmente scarica dopo la delusione di due giorni fa e si impone per 89-62, ipotecando il passaggio alle semifinali scudetto. Ora i sassaresi hanno due match point, ma sul proprio campo i pugliesi cercheranno di allungare la serie fino a gara5. (Foto Evangelista)
Basket: Enel Brindisi battuta a Sassari
SASSARI – Con una partenza a razzo, segnata dai numeri record del suo uomo migliore, Drake Diener, la Dinamo Banco di Sardegna Sassari passeggia contro un Enel Brindisi totalmente scarica dopo la delusione di due giorni fa e si impone per 89-62, ipotecando il passaggio alle semifinali scudetto. Ora i sassaresi hanno due match point, ma sul proprio campo i pugliesi cercheranno di allungare la serie fino a gara5.

Partenza lanciata di Sassari, guidata dall’Mvp della regular season, Drake Diener. I padroni di casa mostrano troppo nervosismo e subiscono due tecnici, ma dalla lunetta Brindisi è imprecisa e il Banco va +9: 13-4. Diener, assolutamente incontenibile, infila sette triple e invita alla festa anche Sacchetti e Caleb Green, che non sbagliano. Al riposo si va con un distacco di 18 punti: 31-13 per Sassari.

Dopo la pausa Sassari gioca con una scioltezza impressionante e vede il canestro con continuità, fissando il nuovo massimo vantaggio sul +21 del 15': 44-23. Sacchetti approfitta di come si è messo il match per allungare le rotazioni, Chessa ripaga subito con una tripla. I cambi continui e la freschezza atletica del Banco impediscono all’Enel di entrare in partita. A metà gara i sardi conducono per 53-31.

La pausa lunga non sortisce effetti, l’Enel segna pochissimo e concede molto in difesa. Sassari è in assoluto controllo e non abbassa la guardia. Sale in cattedra Travis Diener, che dispensa classe e assist. Il divario continua a crescere: +26 a metà quarto, 64-38. Ora il Banco può giocare in campo aperto, Thomas vola per il +33 a 13' dalla fine: 71-38. Si va all’ultimo riposo sul 76-40 per Sassari.

Coach Sacchetti vuole chiudere la serie più in fretta possibile, perciò lascia riposare le sue stelle e lascia alle seconde linee il palcoscenico di un Palaserradimigni entusiasta per lo spettacolo offerto dalla propria squadra: è stato raro in questa stagione vedere Sassari mantenere la stessa intensità per tutta la gara, senza false partenze o pause a vuoto. Alla fine i punti di distacco sono 27: vince Sassari 89-62.
-----------------
Banco di Sardegna Sassari: Green M. 3, Green C. 16, Devecchi 3, Chessa 3, Gordon 3, Diener T. 8, Sacchetti 5, Diener D. 31, Vanuzzo, Eze 8, Tessitori 2, Thomas 7. All. Sacchetti.
 Enel Brindisi: James 2, Todic 8, Morciano n.e., Formenti, De Gennaro n.e., Dyson 11, Lewis 4, Chiotti 8, Zerini 2, Snaer 5, Umeh 11, Campbell 11. All. Bucchi.
Arbitri: Lanzarini, Paternicò, Borgioni.
Note – tiri da tre: Sassari 13/28, Brindisi 4/26; tiri liberi: Sassari 12/19, Brindisi 10/12; rimbalzi: Sassari 38, Brindisi 37; usciti per falli: nessuno.
Spettatori: 4575 per un incasso di 79.931 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400