Mercoledì 15 Agosto 2018 | 22:48

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Basket - Taranto battuto in Europe Cup

Dopo cinque successi di fila (serie A1 compresa), il Cras ha fatto cilecca. Trasferta in Spagna assolutamente da dimenticare per la squadra diretta da coach Aldo Corno caduta sul campo dell'Acis Incosa Leon nella seconda giornata della competizione con il netto punteggio di 82-58
ACIS INCOSA LEON-CRAS BASKET TARANTO 82-58 (19-23, 41-31, 65-42)

ACIS INCOSA LEON - Gines, Rovira 4, Reid 14, Sanchez I. 18, Pascua, Gulak 11, Requina 13, Lesdema 17, Gomez, Da Silva Santos 5 (coach Estrada).
CRAS BASKET TARANTO - Balleggi 8, Sanchez R., Greco 6, Zimerle 6, Russo ne, Longin 6, Summerton 17, Bjelica 11, Prado ne, Bonafede 4 (coach Corno).
ARBITRI - Coelho (POR) e Ellis (ING).

Stavolta l'impresa non è arrivata. Alla sua prima uscita con il nuovo sponsor sulle magliette, "Provincia di Taranto", il Cras Basket ha fatto cilecca. Trasferta in Spagna assolutamente da dimenticare per la squadra diretta da coach Aldo Corno caduta sul campo dell'Acis Incosa Leon con il netto punteggio di 82-58.
Dopo cinque successi di fila (quattro in campionato e uno con le francesi del Tarbes) le rossoblu non hanno ripetute le ultime prestazioni riaprendo così i giochi per la qualificazione ai sedicesimi di finale della "Europe Cup".
Sicuramente non è il caso di far drammi, ma un successo in terra iberica avrebbe significato molto in vista del prosieguo della competizione continentale. Ma così purtroppo non è stato. Dopo aver disputato un buon primo quarto (23-19), con una difesa attenta ed un gioco ben orchestrato dall'asse Zimerle-Greco, il Cras Basket si è smarrito dal secondo periodo in poi. Secondo periodo che ha dovuto registrare un black-out di energia elettrica che ha costretto le due squadre a "sostare" per un po' di tempo in attesa della ripresa del gioco.
Nonostante un buon vantaggio accumulato (+6), Taranto ha progressivamente ceduto il passo alle locali. La difesa ha iniziato a balbettare, l'attacco ha sbagliato più del dovuto. E così è successo che l'aggressivo Leon - trascinato da una grande Sanchez - ha prima raggiunto e poi superato le joniche, andando al riposo sul +10.
Nulla da fare nelle restanti frazioni per Taranto, con le giocatrici di Miguel Angel Estrada che hanno preso in mano definitivamente la partita: aumentando il vantaggio e "staccando" come gioco e risultato la stordita squadra di Aldo Corno.
Un dato importante: da segnalare, come numeri, il 66.7% da "3" delle spagnole; contro il 22% delle tarantine. Amareggiato e deluso, a fine gare, il coach rossoblu Corno. Non c'è però tanto tempo per rifiatare. Domenica è di nuovo campionato di serie A/1, e le rossoblu faranno visita al Ribera di Lambruschi. La stagione comunque continua...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Foggia da lavori in corsoNeamber al rush finale

Foggia da lavori in corso
Neamber al rush finale

 
Lecce cerca i tasselli giustiBovo certezza per la difesa

Lecce cerca i tasselli giusti
Bovo certezza per la difesa

 
Giancaspro, si torna in aulaQuel crac pieno di manovre

Giancaspro, si torna in aula
Quel crac pieno di manovre

 
Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS