Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 10:45

L'attacco del Lecce alla finale dei playoff

LECCE - Fabrizio Miccoli torna in campo domani per il primo round dell’assalto alla finale dei play-off. La semifinale di andata è uno snodo fondamentale: per il futuro del Lecce, ma anche per quello del giocatore. In caso di promozione in Serie B l’esperienza in giallorosso del «Romario del Salento» proseguirà
L'attacco del Lecce alla finale dei playoff
LECCE - Per la B e di conseguenza per se stesso. Fabrizio Miccoli torna in campo domani per il primo round dell’assalto alla finale dei play-off. Una settimana dopo le sofferenze patite in panchina durante i quarti vinti ai rigori contro il Pontedera (con tanto di pianto liberatorio sotto la Curva), il campione di San Donato tornerà tra i titolari contro il Benevento. La semifinale di andata è uno snodo fondamentale: per il futuro del Lecce, ma anche per quello del giocatore.
In caso di promozione in Serie B, in base all’accordo sottoscritto questa estate con Antonio e Savino Tesoro, l’esperienza in giallorosso del «Romario del Salento» proseguirà. Solo un ritorno tra i cadetti, infatti, potrebbe rinviare il progetto di tornare a giocare all’estero (dopo la bella esperienza col Benfica, tra il 2005 ed il 2007): «Se vinciamo il campionato, il contratto si rinnoverà automaticamente. Diversamente decadrà: a quel punto si vedrà il da farsi», ha detto giovedì sera durante la trasmissione «Tutti pazzi per Emy», una lunga intervista andata in onda su Trcb (replica domani alle 23,30). «Se non riusciremo a centrare la Serie B, mi piacerebbe andare di nuovo fuori dall’Italia, magari a Dubai o in Australia. Ovviamente il mio obiettivo è restare qui a Lecce, anche perché è tutto molto più semplice, a partire dal rapporto con la mia famiglia. Di sicuro vorrei giocare almeno un altro anno». Ed il sottinteso è chiaro: mai più un altro anno in Lega Pro.
Del resto già lo scorso giugno (e ancora fino a metà luglio), Miccoli era stato vicinissimo alla firma con il Melbourne (Australia). «Non nascondo di aver pensato di andarci. Ci fu un contatto con il presidente del club e scattò subito un certo feeling. Ma erano venti anni che desideravo indossare questa maglia (quella del Lecce, ndr) ed ho colto subito l’opportunità. Non volevo scappare da niente e da nessuno, ho solo realizzato il sogno della mia vita calcistica: giocare qui, fare un gol sotto la Curva Nord. Ora manca solo un ultimo sforzo per completare l’opera», dice riferendosi al minicampionato dei play-off.
Miccoli riprenderà domani la rincorsa alla B (ed al rinnovo automatico). Dopo un turno di riposo forzato - dovuto un po' alla febbre e un po' alla rocambolesca evoluzione della gara contro il Pontedera (tre infortuni hanno costretto Lerda ad inserire altri giocatori) - il capitano giallorosso torna al comando della squadra. I ricordi recenti collegati allo stadio «Ciro Vigorito» non sono dei migliori: il suo bel gol su punizione risultò inutile (finì 4-1 per i campani). Era però un Lecce profondamente diverso, non solo per il successivo arrivo di Lerda al posto di Moriero. Solo tre giocatori della probabile formazione di domani (il tecnico testerà stamattina nella rifinitura a porte chiuse) furono titolari a Benevento. Stravolta la difesa: Caglioni-Diniz-Martinez-Lopez ora; Perucchini-Bencivenga-Martinez-Vinetot-D’Ambrosio allora. A centrocampo domani ci saranno sicuramente Amodio e Papini, mentre a settembre giocarono Salvi e Parfait. Sulle fasce c'erano sia Bellazzini sia Ferreira Pinto, che ora si contendono un posto a destra. Avanti con Miccoli c'era Melara: domani sarà l’ex di turno. Insomma una storia completamente diversa.
NOTIZIARIO Ieri mattina i giallorossi si sono allenati allo stadio Via del Mare. Escluso il lungodegente D’Ambrosio, Franco Lerda può contare su tutto il resto della rosa. Un Lecce al gran completo, dunque, che si ritroverà per l’ultimo allenamento (il terzo a porte chiuse) oggi prima della partenza per Benevento, fissata intorno a mezzogiorno. Prosegue nel frattempo la prevendita: ieri sera è stata toccata quota 4mila. Il settore ospiti però sarà praticamente deserto, complice l’orario e la diretta televisiva su Raisport.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione