Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 13:03

Calcio - Cannavaro: «Non ci piaceva vedere Cassano da solo»

Il giocatore del Real Madrid e capitano della nazionale italiana: «Antonio è un puro però è ancora immaturo e deve pensare di più prima di parlare. Io, anche in questi giorni, gli ho detto che deve sempre contare fino a dieci. Non ci faceva assolutamente piacere vederlo allenarsi da solo»
MADRID - «Cassano è un puro però è ancora immaturo e deve pensare di più prima di parlare. Io, anche in questi giorni, gli ho detto che deve sempre contare fino a dieci». Lo ha detto Fabio Cannavaro in una lunga intervista pubblicata dal quotidiano sportivo spagnolo As. Il difensore passato da questa stagione al Real Madrid fa anche sapere che «a noi della squadra non faceva assolutamente piacere vedere Cassano che si allenava da solo».
Ora però la vicenda sembra ricomposta, almeno fino alla prossima cassanata, e nel frattempo per il capitano azzurro è inevitabile parlare di uno degli argomenti più attuali in questo periodo, quel Pallone d'Oro per il quale il difensore napoletano è uno dei grandi favoriti. «Se lo vincerà Buffon per me va bene lo stesso - dice Cannavaro -. In fondo se lo conquisterà sarà perchè ha avuto davanti a sè Thuram e me nella Juve e Materazzi in nazionale». Di sicuro per Cannavaro il suo compagno in azzurro è un fuoriclasse: «Casillas è fortissimo - dice Cannavaro parlando del n.1 del Real - ma Buffon è un altro discorso, fin da quando aveva 17 anni si vedeva che era di un'altra categoria, un autentico fenomeno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione