Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 19:05

Giro d'Italia, Bari «rosa» Bouhanni vince la tappa «Quando piove al Sud...» A Taranto dopo 17 anni

BARI - «Sono caduto ma ho potuto contare su una grande squadra, che mi ha riportato davanti». Nacer Bouhanni commenta così la sua vittoria nella quarta tappa del Giro d’Italia con traguardo a Bari. «Ho temuto di scivolare altre due o tre volte - spiega a Raisport il francese della Fdj – Sembrava una pista di ghiaccio ed ho fatto di tutto per vincere»
BARI - Il grande giorno è arrivato. Oggi, dopo la pausa pranzo, la città si ferma per il Giro. La carovana della corsa rosa partirà da Giovinazzo alle 14.45: l’arrivo a Bari, in viale Europa al quartiere San Paolo, è previsto intorno alle 15.30. Il percorso di 112 chilometri, gran parte dei quali sul circuito cittadino di 8,3 chilometri da ripetere otto volte (con transito davanti alla sede della scuola di ciclismo Franco Ballerini) avrà il consueto e spettacolare epilogo allo sprint.

IL PERCORSO - Buona parte della città sarà inaccessibile. Cinque quartieri - San Paolo, Libertà, Murat, San Nicola e Madonnella - si colorano di rosa. La tappa barese si snoda su viale Europa, via Bruno Buozzi, via Crispi, via Brigata Regina, via Napoli, via Ammiraglio Caracciolo, lungomare Vittorio Veneto, lungomare De Tullio, lungomare Imperatore Augusto, lungomare Araldo di Crollalanza, via Goffredo di Crollalanza, corso Sonnino, via Cardassi, corso Cavour, corso Vittorio Emanuele, via Bonazzi e via Napoli. Il traguardo e la premiazione sono su corso Vittorio Emanuele.

Per scongiurare gli ingorghi, il Comune invita i baresi a muoversi a piedi o in bicicletta.i divieti di sosta Inevitabili i disagi alla circolazione. Sono 3mila le auto rimosse. Vietato parcheggiare in piazza Prefettura, piazza Massari, molo San Nicola, un tratto di via Dalmazia, via Napoli tra via Caracciolo e via Bonazzi, corso Vittorio Veneto e complanare tra via Caracciolo e piazza Massari, corso Antonio De Tullio, lungomare Imperatore Augusto, piazzale IV Novembre, lungomare Di Crollalanza, piazza Diaz tra largo Giannella e via Goffredo di Crollalanza, corso Sonnino tra via Goffredo di Crollalanza e via Abbrescia, via Cardassi, corso Cavour, corso Vittorio Emanuele tra piazzale IV Novembre e via Argiro e tra via De Rossi e piazza Garibaldi, piazza Garibaldi tra corso Vittorio Emanuele e via Bonazzi, via Bonazzi tra piazza Garibaldi e via Napoli, piazza Garibaldi tra via Crispi e largo Nitti Valentini.alberghi pieni Luci accese dunque su un evento che consegna il capoluogo pugliese alla ribalta internazionale. Un migliaio i giornalisti accreditati che sono ospiti, insieme al personale dello staff, degli hotel cittadini che registrano il tutto esaurito. I campioni invece alloggiano nelle strutture alberghiere dei comuni limitrofi da Trani a Gioia del Colle.L’assessore al Marketing territoriale Antonio vasile è raggiante: «Durante la diretta Rai, andrà in onda la storia di Bari in pillole. Il grande pubblico avrà l’occasione di ammirare i nostri monumenti, il nostro mare, il folklore e la devozione della sagra di San Nicola appena terminata».

Ai croceristi viene data la possibilità di assistere al passaggio dei Giro sul suggestivo palcoscenico naturale della Muraglia.

LE MANIFESTAZIONI - Ma le manifestazioni per salutare la quarta tappa della corsa rosa cominciano alle 9: nel villaggio allestito in piazza del Ferrarese le squadre si presentano al pubblico e agli appassionati del Giro d’Italia. Autografi e foto ricordo per immortalare un evento eccezionale.In corso Vittorio Emanuele alle 10 di fronte a piazza Prefettura la banda della Brigata Pinerolo si esibisce in un concerto.
Alle 10.30 l’associazione Mountain bike club bari organizza una pedalata aperta a tutti. Alle 12 in piazza del Ferrarese c’è il concerto a passo di corsa della Fanfara del leggendario Settimo reggimento dei Bersaglieri con l’esibizione della pattuglia ciclistica in bici e in uniforme storica della Prima guerra mondiale.
Alle 18.30 nella sala Murat è in scaletta la premiazione del concorso fotografico #baripedala con la consegna della bicicletta al primo classificato.

KITTEL NON PARTE HA LA FEBBRE - Marcel Kittel, non si è presentato alla partenza della 4/a tappa del 97/o Giro d’Italia di ciclismo, in programma oggi da Giovinazzo a Bari. Il tedesco della Giant Shimano, che in Irlanda ha vinto le due tappe in linea allo sprint, è stato fermato da un attacco febbrile. E' stato lo stesso corridore ad annunciarlo sul proprio profilo di Twitter.

I CORRIDORI SOTTO LA PIOGGIA - Per i primi 15 chilometri i corridori hanno corso sotto la pioggia battente.
L'arrivo al traguardo volente in corso Vittorio Emanuele.

LA TAPPA VINTA DAL FRANCESE BOUHANNI - Il francese Nacer Bouhanni (Fdj.fr) ha vinto la quarta tappa del Giro d’Italia di ciclismo, da Giovinazzo a Bari, di 112 km. A causa della pioggia che ha reso la strada scivolosa, su decisione della direzione della corsa la tappa non ha assegnato abbuoni ai primi tre.

MATTHEWS RESTA IN ROSA - L'australiano Michael Matthews resta in maglia rosa. L’arrivo della quarta tappa ha visto il francese Nacer Bouhanni battere in volata l’italiano Giacomo Nizzolo (Trek), l’olandese Tom Veelers (Giant) e l’altro azzurro Roberto Ferrari (Lampre).

BOUHANNI: SEMBRAVA UNA PISTA DI GHIACCIO - «Sono caduto ma ho potuto contare su una grande squadra, che mi ha riportato davanti». Nacer Bouhanni commenta così la sua vittoria nella quarta tappa del Giro d’Italia con traguardo a Bari. «Ho temuto di scivolare altre due o tre volte - spiega a Raisport il francese della Fdj – Sembrava una pista di ghiaccio ed ho fatto di tutto per vincere».

L'ORDINE DI ARRIVO - Questo l’ordine d’arrivo della quarta tappa del Giro d’Italia di ciclismo, da Giovinazzo a Bari, di 112 chilometri.
1. Nacer Bouhanni (Fra) in 2 h 22' e 06''
2. Giacomo Nizzolo (Ita) s.t.
3. Tom Veelers (Ola) s.t.
4. Roberto Ferrari (Ita) s.t.
5. Elia Viviani (Ita) s.t.
6. Matteo Montaguti (Ita) s.t.
7. Kenny De Haes (Bel) s.t.
8. Luka Mezgec (Slo) s.t.
9. Bert De Backer (Bel) s.t.
10. Francesco Chicchi (Ita) s.t.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione