Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:56

Calcio - «Bari-Napoli sia una festa di sport»

La partita di serie B, che si disputerà al San Nicola lunedì 13 novembre, è a rischio violenze. Il presidente del consiglio comunale partenopeo, Leonardo Impegno, ha scritto all'omologo Giuseppe De Santis: «Sosteniamo le squadre civilmente e ricordiamo chi non c'è più»
BARI - «Bari e Napoli hanno il dovere di reagire alle violenze della criminalità organizzata, trasformando il dolore per i nostri ragazzi morti ammazzati in voglia di riscatto». Lo ha scritto in una lettera inviata al presidente del consiglio comunale di Napoli, Leonardo Impegno, il presidente del consiglio comunale di Bari, Giuseppe De Santis, in occasione della partita di calcio Bari-Napoli che lunedì prossimo si disputerà allo stadio «San Nicola» del capoluogo pugliese.
«Possiamo, dobbiamo, renderla una festa di sport e passione - scrive De Santis - ne abbiamo la possibilità a Bari, ne avete la possibilità voi a Napoli. Vorrei che la nostra mobilitazione diventi quella delle nostre tifoserie. Esse avranno un duplice obiettivo: sostenere le proprie squadre civilmente, e ricordare, con la loro passione, anche chi non c'è più». «Così potremo mostrare all'Italia intera l'orgoglio meridionale, la capacità di sostenere i nostri calciatori nel rispetto degli avversari e , magari, onorare così i nostri ragazzi che non ci sono più».
«Credo fermamente - conclude il presidente del consiglio comunale di Bari - che la politica, i suoi rappresentanti che guidano le amministrazioni locali, possano e debbano contribuire al riscatto sociale, a rendere lo sport un veicolo di passione e valori positivi per i nostri giovani».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione