Cerca

Coni preoccupato per i tagli ai fondi per lo sport

A seguito della recente approvazione in Commissione Bilancio della Camera di un emendamento con il quale si prevede l'accantonamento di 57.194.865 euro per il 2007 e di 64.443.425 per il 2008 dei fondi stanziati dalla Finanziaria del 2004, c'è «forte sconcerto e viva preoccupazione»
ROMA - A seguito della recente approvazione in Commissione Bilancio della Camera di un emendamento con il quale si prevede l'accantonamento di 57.194.865 euro per il 2007 e di 64.443.425 per il 2008 dei fondi stanziati in favore del Coni dalla Legge Finanziaria del 2004, il CONI esprime «il forte sconcerto e la più viva preoccupazione per i conseguenti danni che tale riduzione di fondi causerà allo sport italiano». «Per di più tale riduzione -si legge in una nota del Coni- si inserisce in un quadro normativo già di per sé preoccupante in quanto sono agli esami degli esperti le ricadute del cosiddetto Decreto Bersani che non lascerebbe esente da ulteriori tagli il sistema sportivo italiano. Tutto questo avviene proprio alla vigilia del biennio decisivo per la qualificazione e per la preparazione ai Giochi Olimpici di Pechino 2008, vanificando così l'azione intrapresa nel 2005 e finalizzata appunto al completamento tecnico-organizzativo del quadriennio olimpico. Il Coni fa presente che, a regime, il taglio complessivo di fondi, realizzato sulla base delle suddette riduzioni, porterebbe le disponibilità economiche per lo sport al livello più basso mai registrato negli ultimi decenni».
VARIE: CONI ESPRIME SCONCERTO PER TAGLI FINANZIARIA ALLO SPORT ROMA (ITALPRESS) - A seguito della recente approvazione in Commissione Bilancio della Camera di un emendamento con il quale si prevede l'accantonamento di 57.194.865 euro per il 2007 e di 64.443.425 per il 2008 dei fondi stanziati in favore del CONI dalla Legge Finanziaria del 2004, il CONI esprime «il forte sconcerto e la più viva preoccupazione per i conseguenti danni che tale riduzione di fondi causerà allo sport italiano». «Per di più tale riduzione -si legge in una nota del Coni- si inserisce in un quadro normativo già di per sè preoccupante in quanto sono agli esami degli esperti le ricadute del cosiddetto Decreto Bersani che non lascerebbe esente da ulteriori tagli il sistema sportivo italiano. Tutto questo avviene proprio alla vigilia del biennio decisivo per la qualificazione e per la preparazione ai Giochi Olimpici di Pechino 2008, vanificando così l'azione intrapresa nel 2005 e finalizzata appunto al completamento tecnico-organizzativo del quadriennio olimpico. Il CONI fa presente che, a regime, il taglio complessivo di fondi, realizzato sulla base delle suddette riduzioni, porterebbe le disponibilità economiche per lo sport al livello più basso mai registrato negli ultimi decenni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400