Cerca

Pallavolo, l’Alessano conquista la A2 esplode la festa

di ANTONIO CALO'
ALESSANO - I «leoni» hanno ruggito, battendo il Lamezia, al termine di un match che a tratti ha assunto toni drammatici, e hanno conquistato la prima storica promozione in A-2 maschile, scatenando una festa di popolo in un palasport «don Tonino Bello» colmo all’inverosimile. Quando l’arbitro ha chiamato fuori la «saetta» di Capra, che ha sancito il successo dell’Aurispa, è esploso l’entusiasmo
Pallavolo, l’Alessano conquista la A2 esplode la festa
di Antonio Calò

ALESSANO - I «leoni» hanno ruggito, battendo il Lamezia, al termine di un match che a tratti ha assunto toni drammatici, e hanno conquistato la prima storica promozione in A-2, scatenando una festa di popolo in un palasport «don Tonino Bello» colmo all’inverosimile.

Quando l’arbitro ha chiamato fuori la «saetta» di Capra, che ha sancito il successo dell’Aurispa, è esploso l’entusiasmo. Con la A-2 in tasca, la gioia dei biancazzurri è stata incontenibile. I giocatori si sono stretti in un interminabile abbraccio al centro del campo, mentre il coach Medico è stato sommerso dal calore del proprio staff. Poi i protagonisti del salto in terza serie nazionale sono passati lungo le transenne a dare il cinque ai propri supporter osannanti, in un clima di grande euforia. Quindi si è registrata la canonica invasione del rettangolo di gioco, tra pacche sulle spalle, girotondi, saltelli e foto ricordo. L’Alessano ha riportato il Salento in serie A.

La partita ha riservato pathos a non finire. Il primo set ha visto l’Alessano sempre avanti, sino ad accumulare un vantaggio di 5 sul 22-17, salvo farsi rimontare sino al 22-21 e spuntarla per 25-22 grazie ad un attacco out di Capra. Il game seguente è stato dominato dall’Aurispa, che ha allungato in avvio di 4 punti grazie al proprio muro e poi ha beneficiato di una serie di errori dei rivali, issandosi sul 21-13. Gli ospiti hanno ridotto il ritardo, ma hanno finito col capitolare su una schiacciata di Mazza. Sul 2-0 il team diretto da Medico si è un po’ «seduto» e il Lamezia ha condotto per 2-3 punti la terza frazione, aggiudicandosela per 25-22. L’onda negativa per l’Alessano è proseguita per gran parte del quarto parziale, nel quale è stato sempre indietro anche di 5 lunghezze. Quando il tie-break sembrava nell’aria, l’Alessano ha tirato fuori l’orgoglio, ha risalito la china sino al 24-24 e ha chiuso i conti per 28-26.

Alessano-Lamezia3-1

AURISPA ALESSANO: Parisi 2, Roberti 22, Musardo 9, Torsello 9, Battilotti 9, Mazza 14, Bisanti (libero), Romano, De Pascalis 1, De Giovanni 2. N.E. Coi, Scupola. All. Medico. Assistant coach Bramato.
ILSAP LAMEZIA: Laterza 1, Biribanti 18, Cuccaro 7, Turano 14, Piccioni 12, Capra 11, Bisci (libero), Cimino, Mitidieri, Ferraro. N.E. Fontana, Caracciolo, Davoli (libero). All. Rigano.ARBITRI: Grassia e Carcione di Roma.
PROGRESSIONE SET: 25-22, 25-19, 22-25, 28-26.
DURATA SET: 27’, 30’, 29’, 39’ per complessivi 125’.
NOTE – Ace: 6 Alessano, 5 Lamezia. Battute sbagliate: 13 Alessano, 14 Lamezia. Muri punto: 14 Alessano, 9 Lamezia. Ricezione: Alessano 65% positiva, di cui 46% perfetta; Lamezia 63% positiva, di cui 43% perfetta. Attacco: 40% Alessano, 43% Lamezia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400