Martedì 14 Agosto 2018 | 17:32

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Calcio - Cassano se la tira: niente scuse a Capello

Nonostante l'apertura del Real Madrid e di Capello, disposti a perdonarlo a patto di sentire le sue scuse, il barese, che continua ad è allenarsi da solo ha lasciato la Ciudad Deportiva di Valdebebas scuro in volto: non avrebbe alcuna intenzione di parlare di chiarire con il tecnico
MADRID (SPAGNA) - Il caso Cassano non sembra ancora vicino a una soluzione. Secondo quanto riportato dalla stampa spagnola, il talento di Bari Vecchia non ha ancora chiesto scusa a Capello e anche oggi si è allenato da solo, lontano dal resto del gruppo. Cassano, che ha lasciato la Ciudad Deportiva di Valdebebas scuro in volto, non avrebbe alcuna intenzione di scusarsi con il tecnico, dopo gli insulti rivolti nello spogliatoio dopo il match con il Nastic. L'ex attaccante della Roma rimane dunque fuori rosa nonostante l'apertura del Real Madrid e di Capello, disposti a perdonarlo a patto di sentire le sue scuse.
Intanto, Giuseppe Bozzo, procuratore di Cassano, smentisce di aver offerto il giocatore ad alcune società italiane. «Non l'ho mai fatto», taglia corto l'agente del 24enne barese, contattato direttamente. Quindi nessun contatto con il Milan per cercare di piazzare il fantasista, messo fuori rosa a tempo indeterminato dal Real Madrid dopo la lite di sabato scorso con il tecnico Fabio Capello. I media spagnoli prevedono che a breve Cassano farà marcia indietro, chiedendo scusa al mister dei blancos, per evitare di passare il resto della stagione ai margini della squadra. «Scuse? Io mi limito a gestire l'aspetto tecnico della sua vita calcistica, le volontà del giocatore non mi competono», dice Bozzo, che ripete: «Io non ho mai fatto offerte a società italiane. Bisogna limitarsi a quelle che sono le dichiarazioni già date: Cassano vuole rispettare il suo contratto con il Real Madrid, che scade nel 2010». Per ora, sembra quindi sfumare il ritorno del fantasista barese in Italia. Del resto il Milan proprio ieri aveva confermato, tramite le parole di Adriano Galliani e Silvio Berlusconi, che Cassano non arriverà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS