Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 19:10

Calcio/Diritti tv - La commissione approva testo base della legge

Tre modifiche: ripartizione tra i club di una «quota prevalente» di tutti gli introiti incassati dalla Lega; una percentuale per la mutualità, quindi per finanziare vivai e squadre dilettantistiche; si evitarà una disparità eccessiva tra le piattaforme già consolidate e quelle emergenti
ROMA - Il comitato ristretto della commissione cultura della Camera ha approvato il testo-base della legge delega per il riordino dei diritti radiotelevisivi del calcio. Ne dà notizia il presidente della commissione, Pietro Folena, che è anche relatore della proposta di legge. «Abbiamo, di concerto con il governo, apportato tre significative modifiche al testo della legge delega - spiega Folena -. La prima riguarda la ripartizione degli introiti: il nuovo testo parla di distribuzione in parti uguali di una «quota prevalente» di tutti gli introiti incassati dalla Lega calcio. In questo modo si accresce l'effetto ridistributivo della nuova norma, lasciando al governo, che sentirà in merito la stessa Lega, la facoltà di stabilire una quota anche significativamente maggiore del 50%; la seconda modifica destina una quota residua alla mutualità generale del sistema calcistico, quindi soprattutto ai vivai e alle squadre dilettantistiche; la terza riguarda l'allentamento del divieto di acquisizione, sublicenza e cessione dei diritti: in questo modo si evita di stabilire un principio generale per tutte le piattaforme, cosa che avrebbe generato una disparità eccessiva tra le piattaforme già consolidate e quelle emergenti. Sarà poi il governo, in sede di decreto delegato, a stabilire per quali piattaforme valgono certi divieti e non altri».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione