Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 23:35

Bari, città nel pallone in massa allo stadio «Clip» della squadra

di FABRIZIO NITTI
BARI - La città si scalda nell’attesa della gara contro l'Empoli di domenica alle ore 12,30 (fino a ieri 14650 biglietti venduti), trepida in attesa dell’asta che verrà. Martedì Gianluca Paparesta volerà in Russia, destinazione Mosca. Resta l’interesse del gruppo turco, così come quello degli imprenditori italiani
di Fabrizio Nitti

BARI - La città si scalda nell’attesa dell’Empoli (14650 biglietti venduti), trepida in attesa dell’asta che verrà. Un Bari reduce da cinque giornate utili consecutive e senza paura contro la formazione seconda in classifica, spontaneamente pericolosa e dalle individualità di categoria superiore. E una Bari che ha già lanciato il conto alla rovescia e aspetta.

Martedì Gianluca Paparesta volerà in Russia, destinazione Mosca. In agenda c’è l’appuntamento con l’imprenditore russo interessato al Bari. Sarà una giornata decisiva. Resta l’interesse del gruppo turco, così come quello degli imprenditori italiani incontrati ieri a Roma da Paparesta. E non sono escluse «new entry» dell’ultima ora, gente che magari già si è mossa nell’estate scorsa, durante la trattativa Montemurro. Anche l’imprenditore barese resta alla finestra.

Ma domani sarà il giorno dell’empoli. E c’è Cristian Galano ci ha preso gusto e «aggiusta» il mirino. otto reti messe a segno, cioé il doppio della passata stagione ed è ad appena due gol dall’obiettivo stagionale: Mai segnato tanto nella mia carriera. Sono proprio contento. Vado in campo e faccio gol, cos’altro dovrei fare ? «Il mio primo obiettivo è arrivare a dieci, poi si vedrà. Non faccio promesse, vado avanti per la mia strada. Se arrivano i gol tanto meglio. Per il Bari e per me».

Trapani ha segnato una piccola svolta, un inedito nella carriera dell’attaccante foggiano. In Sicilia è arrivato il primo gol di testa: «Finalmente ho sfatato quest’altro tabù. E’ stato bravo Nadarevic a mettere quel pallone in mezzo non potevo sbagliare. Ma tutta la squadra ha fatto una grande partita segnando quattro gol in 17 minuti».

A proposito di gol. Dall’altra parte del campo, domani contro l’Empoli, ci sarà gente che se ne intende: «Tavano e Maccarone sono una coppia formidabile. Ma siamo pronti a giocarci le nostre carte. Nadarevic si è rivelato un giocatore importantissimo, ha un altro passo e soprattutto sa fare i cross. Io invece ho caratteristiche diverse, mi piace puntare l’avversario inquadrare la porta». Nel match di andata Galano risultò decisivo, firmando il gol del pareggio. L’estroso attaccante esterno è a caccia del bis: «Ci proverò anche stavolta. Sarebbe bello vincere soprattutto per i tifosi».

Non dovrebbero esserci grandi dubbi circa la formazione da opporre ai toscani. La squalifica di Romizi sarà «surrogata» da Fossati, quella di Chiosa da Ceppitelli, quella di Zanon da Sabelli.

Il 29 aprile, giorno in cui è prevista la firma del «passaggio di consegne» del nuovo Bari nelle mani di chi si aggiudicherà l’asta, si discuterà del doppio deferimento nel quale è incappato il Bari nei giorni scorsi. Il club biancorosso rischierebbe un punto di penalizzazione e una multa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione