Cerca

Calcio/Serie B - Frosinone-Lecce rinviata al 1° novembre

La partita, che si sarebbe dovuta giocare venerdì, rimandata secondo una nuova norma, per la quale le squadre di serie B che vengono private di due giocatori convocati nelle Nazionali possono chiedere il rinvio. Squalifiche: un turno a Valdes. Gazzi (Bari) in diffida. Decisioni in C1 e C2
MILANO - Cesena-Triestina e Frosinone-Lecce sono state rinviate. Le partite, valevoli per la sesta giornata del campionato di Serie B, sono state rimandate a mercoledì 1 novembre alle ore 17,30, grazie ad una nuova norma decisa oggi dalla Lega Calcio, secondo la quale le squadre di serie B, che vengono private di due giocatori convocati nelle loro Nazionali, possono chiedere il rinvio della partita. Venerdì scorso era arrivato il rinvio di Juve-Brescia, dopo la richiesta del club bianconero. L'annuncio del rinvio è stato comunicato dalle note pubblicate dai siti ufficiali di Cesena e Frosinone.

Il giudice sportivo ha squalificato sei giocatori per un turno in serie B: Valdes (Lecce con ammenda di 750 euro), Moscardi (Pescara), Rimoldi (Frosinone), Sculli (Genoa), Nocerino (Piacenza) e Valdez (Treviso).
I giocatori diffidati sono Antonioli (Frosinone), Barusso (Rimini), Dalla Bona (Napoli), Fusco (Crotone), Gazzi (Bari), Roselli e Bricca (Arezzo), Grauso e Mezzanotti (Mantova), Piccoli (Cesena) e Zanini (Vicenza). Ammenda di 4.000 euro a Helguera (Vicenza) e Fusco (Spezia). Diffidati anche gli allenatori del Frosinone Iaconi e del Napoli Reja. Diffida e ammenda di 1.000 euro al massaggiatore del Bari Gresi.
Queste le ammende per le società: 10.000 euro al Napoli e allo Spezia, 2.500 euro al Bologna, 2.000 euro alla Juventus, al Modena e al Pescara, 1.000 euro all'Arezzo e al Bari, 750 euro al Verona, 500 euro alla Triestina e 400 euro al Cesena.

Il giudice sportivo Pasquale Marino, in merito alla quinta giornata del campionato di serie C1, ha squalificato per tre giornate Nocentini (Sangiovannese), per una gara Di Sole (Gallipoli), Dato (Martina), Scucugia, D'Anna (Sangiovannese), Piva (Giulianova), Ancione (Juve Stabia), D'Amico, Ercolano (Cavese), Dato (Martina), Taurino, Voria (Perugia), Anzalone (Ravenna), Berardi (San Marino): Tra gli allenatori stop di un turno a Alberti (San Marino). Tra le società ammende a Giulianova (3.000 euro), Foggia (2.500 euro), Martina (1.000 euro), Gallipoli (600 euro), Avellino (500 euro), Sambenedettese (450 euro), Cavese, Taranto (400 euro), Ravenna, Salernitana, San Marino (300 euro).

In C2 ha squalificato per tre gare è stato fermato Giacalone (Celano), per due Paruta (Pro Vasto) e per una Magnani (Rieti), Coppola (Catanzaro), Ciano (Pro Vasto), Gioffre, Pagana (Val di Sangro), Toscano (Giugliano), e Di Napoli (Real Marcianise). Tra gli allenatori stop di due gare a Modica (Melfi). Tra i dirigenti inibito fino al 17 ottobre Emanuele Belviso (Monopoli). Tra le società ammende a Potenza (2.500 euro), Benevento, Pro Vasto (1.000 euro), Paganese (500 euro) e Gela (300 euro).

Il Giudice Sportivo, in merito alle partite di Serie D della 3ª giornata di andata dello scorso 1 ottobre ha squalificato per una gara Prisciandaro (Barletta).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400