Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:21

Lecce, solo Beretta nell'attacco anti Prato Il nodo formazione

LECCE - Con il reparto d’attacco quasi completamente fuori uso (Miccoli è squalificato e Zigoni non è ancora pronto), l’unica punta di ruolo è Beretta (nella foto), ma l’assenza di Bogliacino (ieri ancora terapie) rende difficile affidarsi ad un 4-2-3-1
Lecce, solo Beretta nell'attacco anti Prato Il nodo formazione
LECCE - Porte chiuse e silenzio stampa a singhiozzo come è ormai consuetudine dall’inizio del campionato e rigorosamente il venerdì quando si devono provare le soluzioni tattiche da utilizzare domenica. Ma, in realtà, le assenze che sottraggono molte delle soluzioni tattiche possibili, rendono abbastanza leggibile lo schieramento che l’allenatore Franco Lerda sarà obbligato a mandare in campo domani a Prato. Con il reparto d’attacco quasi completamente fuori uso (Miccoli è squalificato e Zigoni non è ancora pronto), l’unica punta di ruolo è Beretta, ma l’assenza di Bogliacino (ieri ancora terapie) rende difficile affidarsi ad un 4-2-3-1 dove nel ruolo del fantasista uruguaiano potrebbero giocare Barraco o Sacilotto. Ma sarebbero comunque degli adattamenti, anche se il primo ha detto più volte espressamente di poter giocare in una qualsiasi delle tre posizioni della tre quarti.La strada obbligata sembra essere, quindi, quella del 4-4-2 o meglio di una sorta di 4-4-1-1, visto che Barraco, che affiancherebbe Beretta nel reparto offensivo non è un attaccante di ruolo. In mediana i centrali saranno Papini e Salvi, attualmente gli uomini più in forma del Lecce, mentre sulle corsie laterali giostrerebbero Ferreira Pinto a destra e Doumbia a sinistra. Provvidenziale il recupero dell’ivoriano, altrimenti sarebbe stato un problema anche assemblare il 4-4-2.

Da escludere il 3-5-2, non perchè non sia possibile a livello di numeri nel centrocampo dove c’è anche De Rose, ma perchè il modulo non ha dato buoni risultati quindici giorni fa a Viareggio.

Stamattina allo stadio di via del mare l’allenamento di rifinitura, poi la partenza per la Toscana. Resterà fuori, ovviamente Bogliacino, mentre sono in dubbio Bellazzini e Zigoni, che ormai sono sulla via del completo recupero e si stanno già allenando con il gruppo. Ma è possibile che non si azzarderà il ritorno in campo visto anche la probabile coda dei play off che richiederà quante più possibili fresche energie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione